4 cose da fare a Strasburgo per innamorarsene

Strasburgo è una delle città più belle e incantevoli che io abbia mai visitato.
Ha tutto quello che adoro di un posto: è piccola, vivibile, romantica, adorabile.
E’ una di quelle città che probabilmente non avrei mai preso in considerazione, perché in genere tutti abbiamo la tentazione di visitare per prime le capitali e le città più famose e importanti; ma l’Alsazia mi ha chiamata, non so bene perché, ma ho sentito che avevo bisogno di essere lì.
Tra le tante cose da fare a Strasburgo, io ve ne elenco quattro, che almeno a me sono bastate per conoscere ed amare la città.

Il mio itinerario era fitto fitto di cose da fare a Strasburgo: avevo in mente di visitare ogni singola cosa; i musei, le istituzioni europee e quant’altro.
Poi ho deciso di cambiare tutto: quando una città mi piace a pelle, quello che cerco di fare è viverla il più possibile come se abitassi lì.

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo: perdersi

Il motivo per cui ho praticamente stracciato l’itinerario dettagliato per non perdermi niente della città.
Mi è bastato uscire dal parcheggio, raggiungere l’hotel per capire che mi sarei innamorata del capoluogo alsaziano.
Stradine, palazzi decorati con dettagli primaverili (io sono stata ad aprile), casette a graticcio o ricoperte d’edera: io no ho desiderato altro che camminare senza sosta, alla scoperta di ogni più piccolo dettaglio.
Se ho deciso di dedicarmi unicamente a scoprire a piedi la città è perchè avevo soltanto un giorno a disposizione e ho deciso di viverlo così.
Io volevo respirare il più possibile l’atmosfera dell’Alsazia.

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo: ammirare la Cattedrale

Io non sono un’appassionata di chiese, cattedrali e quant’altro.
Generalmente, la guardo, faccio una foto, un giretto intorno a passo oltre.
Invece, quando mi sono fermata davanti alla Cattedrale Notre Dame, ho avuto un brivido.
E’ bellissima, imponente, gotica e inserita all’interno di una piazza altrettanto bella.
Per non parlare di come diventa di notte, che sembra quasi dorata.
Come vi dicevo, anche Place de la Cathedrale non è da meno: piena di panetterie, negozietti, ristorantini e case tipiche: non perdete la Maison Kammerzell, una delle più belle della città: interamente in legno e decorata secondo lo stile alsaziano dei colombages.

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo: mangiare, mangiare, mangiare

Sono stata in città soltanto un giorno, ma posso dire senza esitazione di aver preso almeno un kilo, e credo sia impossibile fare altrimenti: come si puo’ darsi una regolata in una città con specialità tanto varie e tanto buone come nel capoluogo dell’Alsazia?
Vi faccio un esempio: girellando ho scoperto un negozio che fa éclair di tutti i tipi, coloratissimi e super buoni. Potevo resistere? Dovete provarlo assolutamente, vi lascio l’indirizzo: Boutique Pascal Caffet, 22 rue des Orfèvres (praticamente dietro la cattedrale).

Se, invece, avete voglia di provare la tipica tarte flambée (una sorta di pizza bianca con cipolla, speck e formaggio), non avrete sicuramente difficoltà: ci sono winstub sparsi in ogni angolo della città. Io l’ho mangiata al ristorante S’Kaechele, in pieno centro.

E poi, si puo’ mica andare in Francia senza assaggiare le crepes?
Vi consiglio un posto fantastico: si chiama Le moulin du diable e vi colpirà da subito: all’inizio sembra quasi di entrare in una casa privata, gli interni sono rustici e deliziosi e la proprietaria è adorabile. Per non parlare delle crepes: io ne ho presa una con zucchine, formaggio e uovo al centro che era la fine del mondo! Peccato solo non aver avuto la pazienza di fotografarla.
Le moulin di diable si trova al numero 29 di Rue Finkwiller, leggermente decentrato ma vale la pena.

Infine, vi consiglio un altro posto molto local e molto carino: l’Epicerie, poco dietro la Cattedrale, che serve crostoni e bruschette con formaggi tipici francesi, in primis il Munster.
Anche in questo caso, ho mangiato benissimo.
L’indirizzo è: 6 Rue du Vieux Seigle.

cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo: la Petite France

Avete presente il paesino di Belle, dell’omonimo cartone animato?
Ecco, appena vi addentrerete per le strade della Petite France vi sembrerà di essere proprio lì.
La Petite France è il regno delle case a graticcio, dei ponti e dei canali navigabili, dei fiori e delle finestre decorate con dettagli romanticissimi.
E’ la Francia che ho sempre avuto in testa, quella sensazione di essere catapultati in un villaggio del ‘500.
La casa a graticcio più famosa è la Maison des Tanneurs, anche se secondo me ce ne sono di più belle.
Tra le cose da fare a Strasburgo, una visita a questo antico quartiere è d’obbligo: se passaste da Strasburgo e aveste soltanto qualche ora, non dovete avere dubbi su quale meta prediligere rispetto alle altre.
E’ uno di quei posti che dove passerei la vita, perché non si puo’ essere infelici in mezzo a tutto quel romanticismo.
Poco prima di entrare nel cuore romantico della città, vi consiglio anche di fare una passeggiata sopra e sotto al Ponte Coperto.
In primavera questo quartiere è una favola, e non riesco a immaginare come potrebbe essere nel periodo natalizio.

cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

Cose da fare a Strasburgo

cose da fare a Strasburgo

 

cose da fare a Strasburgo

cose da fare a Strasburgo

Strasburgo: qualche informazione pratica

Io ho dormito all’Hotel des Artes: super centrale ma super spartano e anche abbastanza brutto.
Ci tornerei? Sì, perché a piedi di arriva dappertutto, e tanto in albergo in una città come Strasburgo ci si sta solo per dormire.
Se avete in mente viaggio on the road in Alsazia, potete lasciare la macchina nel parcheggio dell’hotel (20€ al giorno), che però chiude alle 19, quindi se arrivate dopo dovete trovare un’altra soluzione.
Vicini al centro ci sono molti parcheggi coperti, che hanno lo stesso costo, quindi non avrete problemi.

 

Follow:
Share:

10 Comments

  1. 10 maggio 2017 / 9:48

    Oddio che meraviglia! Ho già linkato l’articolo al fidanzato per proporre Strasburgo come prossima destinazione, è esattamente il tipo di città che piace a me! Le tue foto poi sono bellissime <3

    • 10 maggio 2017 / 12:34

      Sisisi proponi, proponi, non ve ne pentirete♥️

  2. 10 maggio 2017 / 12:32

    Come già sai, ho adorato il tuo viaggio in Alsazia! Borghi stupendi, canali, case a graticcio, colori e scorci caratteristici.
    Come te anche io sono più da perdermi nelle stradine di una città piuttosto che visitare musei o chiese.
    Segnata in agenda! Non saprei dire quando ci andró, ultimamente sono in fissa con posti più caldi come Spagna e Grecia! ❤️

    • 10 maggio 2017 / 12:34

      Visitala assolutamente! Anche io sono per i posti caldi, ma l’Alsazia é stupenda.

      La Spagna è uno dei miei amori più grandi♥️

      • 10 maggio 2017 / 12:36

        Io voglio vederla tutta l’Alsazia, o almeno appunto Colmar, Strasburgo e la route che ti ha fatto scoprire altri paesini da favola!
        Della Francia vorrei vedere pure la Provenza, a luglio, per la fioritura della lavanda! 🙂

        • 10 maggio 2017 / 12:55

          Bellissimo, piacerebbe tanto anche a me 🙂

  3. 11 maggio 2017 / 13:18

    Ma che bellezza! Nemmeno io purtroppo l’ho mai presa in considerazione perché a dire la verità non mi aspettavo che potesse essere una città così interessante. Anche nel caso in cui avessi avuto dei dubbi, tutto quel cibo mi ha convinta al 100%
    Buona giornata

  4. 16 maggio 2017 / 4:58

    Ci sono stata da piccola con la mia famiglia nel periodo di Natale…ti puoi immaginare la bellezza di un posto del genere sotto Natale, coi mercatini pieni di lucine e di palline per l’albero?? Infatti mi ricordo solo i mercatini (e la scomodissima notte in treno per arrivare ahah), non ho molti ricordi della città…mi sa che ci devo proprio tornare perché è quell’architettura che piace proprio tanto a me! 🙂

    • 18 maggio 2017 / 12:23

      Me lo posso immaginare, ci ho pensato continuamente a quanto dovesse essere magico.
      E’ bellissima anche con tutte le decorazioni primaverili, ma sotto Natale deve essere una favola <3

Rispondi