Cosa fare a Chiang Mai: 5 spunti per il tuo viaggio

Quando si parla di Thailandia, l’immaginario di molti corre verso le spiagge bianchissime e alle acque turchesi.
Oppure si pensa ai tramonti mozzafiato e agli scenari da cartolina.
O magari a Bangkok, con i suoi contrasti tra antico e moderno, e i suoi templi curati in ogni dettaglio.
Il Nord della Thailandia è sicuramente meno celebre rispetto alla sua capitale o alle isole, ma non per questo meno interesante.
Chiang Mai è la seconda città più importante della Thailandia ed è una vera e propria perla.
Nonostante sia molto turistica, le atmosfere che regala sono vibranti, rilassate e più autentiche rispetto a Bangkok.
Il traffico è pressante ma non vi manderà fuori di testa e potrete girarla in tuk-tuk senza rischiare un’intossicazione da smog.
Oggi vi racconto cosa fare a Chiang Mai: tra templi, escursioni nella natura e bancarelle di street-food.

1. Cosa fare a Chiang Mai: i templi del centro

All’interno del centro di Chiang Mai troverete tantissimi templi e potrete girarli tutti a piedi.
Il più famoso e suggestivo è sicuramente Wat Chedi Luang, molto curato nel dettaglio e che ricorda un po’ quelli della capitale.
Bellissimo è anche Wat Pan Tao, costruito interamente in Tek, caratteristica che lo rende unico nel suo genere.
Oppure Wat Prasing, con il suo bellissimo parchetto circostante.
O, ancora, Wat Sri Suphan, il tempio argentato di recente costruzione che vi trasporterà dritti in un sogno.

Poco fuori dal centro, troverete Wat Suan Dok, il mio preferito, con lo splendido contrasto tra il bianco e l’oro, che lo rende incantato, magico; è estremamente rilassante camminare in mezzo a quei colori così puri e perfetti.

Thailandia del Nord: Wat Chedi Luang

Thailandia del Nord: Wat Chedi Luang

Thailandia del Nord: Wat Prasing

Thailandia del Nord: Wat Sri Suphan

Thailandia del Nord: Pan Tao

Thailandia del Nord: Wat Suan Dok

Thailandia del Nord: Wat Suan Dok

2. Cosa fare a Chiang Mai: una giornata con gli elefanti

Vi ho già raccontato della mia mattinata all’Elephant Jungle Sanctuary, delle emozioni provate a stretto contatto con questi meravigliosi mammiferi.
A Chiang Mai troverete tantissimi tour operator che vi proporranno un’esperienza del genere, l’importante è che ne scegliate uno in cui siete sicuri che non cavalcherete un elefante, perché la struttura della loro schiena non è fatta per sopportare il peso di una o due persone.
Il tour che abbiamo scelto noi ci è costato circa 40 euro a testa per mezza giornata.

Esperienza con gli elefanti Chiang Mai

Esperienza con gli elefanti a Chiang Mai: no sfruttamento

3. Cosa fare a Chiang Mai: un’escursione al Doi Suthep

A circa 16 km dal centro di Chiang Mai troverete il Doi Suthep, uno dei templi più famosi e venerati dell’intera Thailandia.
Si trova sulla cima di una montagna che domina tutta Chiang Mai, regalandovi un’incredibile vista sulla città.
Per arrivare al tempio dovrete salire i 309 gradini che formano la ripida scalinata fiancheggiata da due muretti a forma di serpenti, ma vi assicuro che la vista dall’alto è impagabile.

Cosa fare a Chiang Mai: Doi Suthep

Cosa fare a Chiang Mai: Doi Suthep

Cosa fare a Chiang Mai: Doi Suthep

Cosa fare a Chiang Mai: Doi Suthep

 

4. Cosa fare a Chiang Mai: alla ricerca dei templi minori

E’ vero, i templi più famosi sono imperdibili, e bellissimi, ed è giusto sopportare le orde di turisti per vederli.
Ma vogliamo parlare di quanto sia bello e suggestivo trovarsi in un tempio praticamente deserto?
Sulla strada per il Doi Suthep troverete templi come Wat Umong, Wat Chiedi Yot e Wat Chiang Mun, meno perfetti rispetto a quelli più celebri, alcuni conservati anche peggio, ma resi proprio per questo ancora più affascinati e autentici.

Cosa fare a Chiang Mai

www-conlavaligiaverde-com118

www-conlavaligiaverde-com117

www-conlavaligiaverde-com116

www-conlavaligiaverde-com119

5. Cosa fare a Chiang Mai: una passeggiata al Night Bazar

Un luogo turistico che più turistico non si puo’, ma me ne sono innamorata lo stesso.
Il Night Bazar è una sorta di mercato che ha luogo dopo le 18 e dura fino a tarda notte, in cui si vende di tutto.
Troverete souvenir di ogni tipo, dalle cianfrusaglie cinesi a quelli più carini e artigianali, vestiti a prezzi ridicoli, oggetti di tecnologici (addirittura accessori per le GoPro) e di arredamento. C’è anche una sorta di piazzetta con bancarelle di street food e, anche in quel caso, potrete mangiare quasi ogni cosa vi venga in mente: dalla pizza, alla carne sula griglia, ai noodles o altri piatti tipici della cucina thailandese.

Chiang Mai: informazioni pratiche

  • Per arrivare a Chiang Mai potrete scegliere vari mezzi: il treno, il bus oppure l’aereo. Noi abbiamo scelto quest’ultima opzione sia per risparmiare tempo (da Bangkok a Chiang Mai la strada è piuttosto lunga), sia perché abbiamo trovato un’offerta con Air Asia e abbiamo pagato meno di 40€ a testa;
  • Per muovervi a Chiang Mai il mezzo più semplice ed economico è il tuk-tuk, con cui girerete benissimo il centro. Per raggiungere, invece, il Doi Suthep vi conviene noleggiare un’auto con autista, anche in questo caso, a un prezzo irrisorio per i nostri standard;
  • Ricordatevi che, per entrare nei templi, dovrete vestirvi in modo adatto: quindi spalle, ginocchia e piedi assolutamente coperti. In alcuni templi – come il Wat Sri Suphan – le donne non possono entrare perché considerate impure.
  • Nella maggior parte dei templi di Chiang Mai potrete fare un’esperienza molto tipica e interessante, ovvero la monk chat (la conversazione con i monaci): per scoprire il loro stile di vita e la loro routine. Io non sono riuscita a farlo perché non ho mai indovinato gli orari, ma c’è la possibilità di informarsi prima e magari prendere appuntamento.

www-conlavaligiaverde-com120

ALTRO DALLA THAILANDIA:

 

Follow:
Share:

8 Comments

  1. 30 novembre 2016 / 8:27

    Molto bello Eli! Chiang Mai dev’essere come la descrivi tu: un posto estremamente turistico, ma meno caotico e stancante di Bangkok. Sembra davvero molto interessante, credo che andrei a caccia di ogni singolo tempio! 🙂

    • 30 novembre 2016 / 9:15

      È quello che abbiamo fatto noi, i templi sono bellissimi, forse anche piú belli e “veri” rispetto a quelli di Bangkok.
      Chiang Mai è stupenda, si respira un’aria molto tranquilla <3

  2. 30 novembre 2016 / 10:13

    Meravigliaaaa! Come dici tu, ormai la Thailandia mi sta chiamando 😀 questo articolo lo giro direttamente a Stefano, così inizio a fargli il lavaggio del cervello per agosto 🙂

    • 30 novembre 2016 / 11:38

      Ahhahaah grande Dile, sento che riuscirai a convircerlo 😀

  3. 30 novembre 2016 / 11:25

    A me è proprio il Nord della Thailandia che ha lasciato di più. I ritmi più lenti rispetto a Bangkok, e i sorrisi più veri hanno lasciato il segno 🙂

    • 30 novembre 2016 / 11:38

      Esatto, è stato lo stesso anche per me.
      Bangkok è bellissima ma mi ha dato molto meno 🙂

  4. 6 febbraio 2017 / 18:14

    Bellissimo Elisa! Andremo ad agosto in Thailandia, per cui sto attingendo informazioni ed idee dai vari blog!
    Ora vado a leggere anche il tuo post sul White Temple, ma approfitto per chiederti se per visitare la zona di Chiang Rai hai pernottato su, oppure ti sei spostata in bus da Chiang Mai.
    Grazie in anticipo!
    Claudia B.

    • 6 febbraio 2017 / 18:31

      Ciao Claudia, spero di esserti utile all’organizzazione del tuo viaggio:)

      Comunque io ho fatto Chiang Mai – Chiang Rai – Chiang Mai in giornata, partendo alle 7 e rientrando prima delle 20. E non ho preso il bus ma un’auto privata con autista 🙂

Rispondi