Cosa vedere a Bergen in un giorno: ed è subito amore

Prima di parlarvi di cosa vedere a Bergen in un giorno, vorrei raccontarvi una storiella.
Praticamente ho passato la mia infanzia a casa della mia nonna materna.
Una casa che vanta una collezione piuttosto importante di souvenir portati dalla mia zia viaggiatrice.
Maschere dell’Asia centrale, batik provenienti dal Kenya, quadretti, palline di vetro, calamite, foto.
E poi c’era il mio preferito, quello che mia nonna aveva messo in bella vista, difronte al tavolo della cucina.
Era un quadretto del Bryggen di Bergen, quadretto che ho visto tutti i giorni per circa 20 anni.
Inizialmente pensavo che quelle casette colorate dai tetti a punta che si riflettono nell’acqua non fossero reali.
Poi crescendo ho capito che lo erano, e Bergen è diventata subito uno dei posti che volevo vedere per forza.

Quando, a inizio anno, ho scritto i Traveldreams 2017, Norvegia l’ho scelta un po’ a caso, un po’ ad istinto.
Leggendoli adesso mi viene un po’ da ridere: tra i vari sogni di viaggio ho inserito la Florida, il Marocco, l’Andalusia e il Brasile, e mi sono ritrovata a fare un viaggio in solitaria in Norvegia.
I primi quattro nomi erano viaggi di cui parlavo col mio ex, pensavamo alla Florida o al Brasile per le vacanze estive.
Poi abbiamo scelto il Kenya, e alla fine ci siamo lasciati quindi ho deciso di andare in Norvegia.
Non ha senso lo so, e non l’ho scelta perché l’avevo messa a caso tra i sogni di viaggio del 2017.
Credo semplicemente che a volte il sesto senso esista e in questo caso mi abbia portata in Norvegia, comunicandomelo in anticipo quella mattina del 4 gennaio quando, alla fine del post, una vocina mi ha scritto di sognare su questo paese.

Ho amato tantissimo la Norvegia, e ve ne ho già parlato, e in particolare Bergen conserva un pezzetto del mio cuore.

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Esistono dei posti su cui fantastichiamo per anni e che, una volta raggiunti, deludono le nostre aspettative.
A me è capitato con Las Vegas, un pochino con Bangkok e in altri rarissimi casi.
Per quanto riguarda Bergen, è stato esattamente il contrario, né più né meno.
Sapevo fosse bella, ma in realtà conoscevo soltanto il Bryggen, il celebre molo con le casette colorate.
Una volta a Bergen ho camminato per le sue strade senza meta, l’ho ammirata dall’alto, ho finalmente conosciuto il Bryggen, fotografato un tramonto stupendo, imprecato sotto la pioggia, e mi sono resa conto che questo gioiellino norvegese è una delle città più belle che io abbia mai visto.

——> Leggi anche: Oslo in 24 ore: cosa non perdere. <——

Cosa vedere a Bergen in un giorno: percorso a piedi con mappa

Bergen è piccolina e si gira quasi tutta a piedi, e vanta strade bellissime dalle case in legno che la rendono perfetta per una passeggiata.
Ad ogni modo vi lascio la solita mappa per avere un’idea dei principali punti di interesse della città.

Iniziamo dal Bryggen? Quando visito una città, in genere, lascio per ultimo il luogo su cui ho le maggiori aspettative. In questo caso non è stato così, ma ho preferito raggiungere il Bryggen subito, ancor prima di fare colazione.
Come vi dicevo, le aspettative sono state ampiamente superate: il cuore di Bergen, l’ex quartiere anseatico, dal vivo è meglio che nelle foto. Si torna indietro nel tempo, con le casette di legno, che mantengono anche adesso tutto il fascino che dovevano avere allora. Mi raccomando di entrare nel vicoletti che collegano una casina all’altra, curiosare e perdersi: per quanto mi riguarda, è stata una sorpresa bellissima. Un’altra sorpresa è stata quella di trovare il Christmas Market il 15 di agosto, pieno di souvenir e decorazioni natalizie!

Praticamente difronte al Bryggen troverete il mercato del pesce, dove potrete fare una scorpacciata di salmone, granseola e altro pesce appena pescato e cucinato al momento.
Fuori dal mercato, invece, troverete bancarelle che vendono prodotti norvegesi, come salumi di alce o balena, yogurt e frutti di bosco a kilometro zero.
Nell’edificio adiacente, inoltre, si trova l’ufficio turistico dove vi consiglio di fare la Bergen Card.

Se la giornata è bella (Bergen è stata dichiarata la città più piovosa d’Europa, quindi non datelo per scontato), potrete dirigervi a piedi verso il monte Fløyen da cui godere di uno dei più famosi panorami della città. Inoltre, è proprio sulla strada che dal Bryggen conduce a questo monte che troverete stupendi quartieri in legno dalle strade acciottolate.
Non vi darò i nomi delle vie, perché non avrete difficoltà a trovarle e perché perdersi è sempre molto meglio che seguire Google Maps.

L’altro monte panoramico è l’Urliken, raggiungibile con un hiking di 4 ore oppure con l’adorabile funicolare.
Dovrete prendere un bus a 200 metri dal Fish Market e di lì la funicolare fino in vetta, il tutto al costo di 10€.
Il vento è gelido e fortissimo (siamo a 600mt di altezza), ma la vista su Bergen senza pari.

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Urliken

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Urliken

Tornando in città, vi segnalo altri luoghi da vedere:

  • St. John’s Church: che non è la Cattedrale della città, ma una bella chiesa in stile neogotico, che noterete sicuramente passeggiando per Bergen. La si raggiunge attraverso una scalinata e vanta al suo interno un grandioso organo;
  • Byparken e Ole Bull Platz: il Byparken è un curatissimo prato fiorito ad appena cinque minuti dal Bryggen. E’ un posto perfetto per rilassarsi durante una rara giornata di sole, o per fare una passeggiata. Attigua al parco si trova Ole Bull Platz, la piazza dedicata al musicista norvegese, con la statua ad egli dedicata e la fontana;
  • Tra le belle vie dalle case in legno vi indico soltanto Skutevikens Smalgang, l’unica che ho visto un po’ decentrata rispetto al Bryggen.

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Byparken

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Byparken

Cosa vedere a Bergen in un giorno

Dopo avervi raccontato cosa vedere a Bergen in un giorno, vorrei fare una menzione speciale per un posto adorabile in cui ho pranzato: si tratta del Daily Pot, in zona Byparken, che serve zuppe e cibo vegetariano e healthy. I prezzi sono assolutamente contenuti per la Norvegia e il proprietario è un gran bel ragazzo!

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

Cosa vedere a Bergen in un giorno: Bryggen

 

Follow:

4 Comments

  1. 19 ottobre 2017 / 8:49

    Te lo ripeto in continuazione Eli, ma non posso non stimarti e ammirarti per questo tuo viaggio da sola in Norvegia! Vorrei troppo provare anche io questa esperienza, spero di riuscirci prima o poi. La Norvegia poi mi attrae tantissimo, e con i tuoi post non fai che confermarmelo.
    P.S. Mi segno il nome del ristorantino di Bergen… con “il proprietario è un gran bel ragazzo” sono morta :’)

  2. 19 ottobre 2017 / 9:39

    Dile <3

    Sono certa che prima o poi la proverai, se ci son riuscita io che sono una fifona 😀

    La Norvegia è perfetta come prima esperienza, è un paese sicurissimo e organizzatissimo. E Bergen è perfetta, merita anche di andare fin lassù solo per vederla <3

    Il proprietario era notevole, ma davvero!

  3. 19 ottobre 2017 / 9:46

    Mi hai riportata nei posti di Bergen che ho visto tante volte e che mi mancano tantissimo È una città bellissima, anche con la pioggia, anzi forse è ancora più affascinante con la pioggia!
    Il proprietario figo è sempre un di più molto apprezzato

    • 19 ottobre 2017 / 15:19

      Io l’ho vista sia con la pioggia che col cielo sereno (ha diluviato tutta la mattina e tempo bello di pomeriggio) ed anche a me è piaciuta con la pioggia, solo che è stata una tragedia per le foto.

Rispondi