Cosa vedere a Fuerteventura: da nord a sud, da est a ovest

In vita mia difficilmente ho visto un posto tanto piccolo e tanto vario come Fuerteventura.
Un’isoletta che tutti conoscono per le belle e lunghissime spiagge, la vita semplice e rilassata e il surf, ma dove ogni strada è diversa dalla precedente e ogni kilometro si rivela una sorpresa.
Si passa da spiagge caraibiche a dune trasportate dal Sahara, da giardini di cactus a paesini e casette degne di un’isola greca, dai mulini a vento a strade infinite e desertiche o panorami quasi lunari.
Quindi se state pensando a una vacanza alle Canarie, dovete sapere che in quest’isola avrete l’imbarazzo della scelta: vi basterà noleggiare un’auto e scoprirla.
Di seguito. tramite la solita mappa, vi mostro cosa vedere a Fuerteventura:

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo e le dune

Corralejo è il posto perfetto come base per scoprire Fuerteventura: è molto vicino all’aeroporto, le spiagge sono belle e la via principale pullula di negozietti, ostelli e locali.
E’ da Corralejo che, inoltre, partono i traghetti per l’isola di Lobos.
L’attrazione principale di Corralejo, però, è il Parque Natural con le sue bellissime dune: 18 kilometri di sabbia trasportati dal Sahara, che si scontrano con il blu dell’Oceano. E’ come se quel vento che non lascia mai in pace l’isola le avesse fatto un regalo portando il deserto africano praticamente in riva al mare.
Non stupitevi, quindi, se passeggiando, rotolando e saltando sulle dune incontrerete dei..cammelli!

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Corralejo

Cosa vedere a Fuerteventura: Antigua e i mulini

Antigua è un paesino che si trova a circa un’oretta da Corralejo e che non ha molto di speciale, a dire il vero.
Quello che distingue la strada per Antigua sono i numerosi mulini a vento, utilizzati ancora oggi.
Inoltre, a pochissimi kilometri dal centro della città, troverete il Museo del Queso Majorero, uno dei miei posti preferiti dell’isola: che vi interessi o meno la storia del tipico formaggio canario, è un luogo che va incluso nei tour in auto di Fuerteventura.
Troverete un mulino bianco e rotondetto, immerso in uno splendido e curatissimo giardino di cactus.
Il prezzo del biglietto per entrare nel museo è di 2€ e vi assicuro che saranno assolutamente ben spesi.

Cosa vedere a Fuerteventura: Antigua

Cosa vedere a Fuerteventura: Antigua

Cosa vedere a Fuerteventura: Antigua

Cosa vedere a Fuerteventura: Antigua

Cosa vedere a Fuerteventura: le Salinas del Carmen e le casette di Pozo Negro

Nei pressi di Antigua, sempre nella parte est dell’isola, si trovano anche delle belle saline praticamente in riva al mare. Se vi interessa anche la storia del sale, troverete l’omonimo museo.
Non vi nascondo che la vera attrazione della zona è l’incantevole villaggio di pescatori di Pozo Negro dove, a tratti, sembra di essere in Grecia: casette bianchi dai dettagli blu e azzurri, bouganville in fiore.
Non avevo mai sentito parlare di questo posticino e appena arrivata non riuscivo a credere ai miei occhi: sembrava un sogno, disabitato e dalle mille sfumature di blu.

Cosa vedere a Fuerteventura: Salinas del Carmen

Cosa vedere a Fuerteventura: Pozo Negro

Cosa vedere a Fuerteventura: Pozo Negro

Cosa vedere a Fuerteventura: Pozo Negro

Cosa vedere a Fuerteventura: Pozo Negro

Cosa vedere a Fuerteventura: le spiagge di Costa Calma

Ecco, se avete tempo, quello che vi consiglio è di godervi con calma le spiagge di Costa Calma.
Io non ne ho avuto l’occasione per mancanza di tempo, ma ve lo consiglio comunque: si vedeva percorrendo la strada, che le spiagge sono bellissime.
Io mi sono fermata a Sotavento, che è stupenda: mare cristallino, spiaggia lunghissima, surfisti che tentano di cavalcare le onde. Purtroppo, anche questo piccolo paradiso ha i suoi problemi, ovvero un vento pungente che non dà scampo e trasforma i granelli di sabbia in tanti piccoli, fastidiosissimi, spilli.

Se avete tempo, coraggio e non c’è molto vento, impostate il navigatore in direzione Cofete: io e la mia amica ci abbiamo provato, ma il vento ci stava letteralmente trascinando l’auto, quindi abbiamo desistito. Il panorama sembrava incredibile: la potenza della natura allo stato puro.

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma, Sotavento

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma, Sotavento

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Costa Calma

Cosa vedere a Fuerteventura: Strada per Cofete

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Anche qui siamo davanti a uno di quei posti che adoro, che sembrano sospesi nel tempo e nello spazio.
Betancuria è l’antica capitale dell’isola, un minuscolo villaggio bianchissimo e incantevole, affacciata su un panorama desolato fatto di palme, deserto e cactus.
A Betancuria gli edifici sono bianchi dai dettagli sui toni del marrone, le finestre delle case piene di fiori variopinti, gli alberi esotici ad ogni angolo.

Spingetevi fino al Mirador di Morro Velosa (a pochi minuti d’auto), nel centro esatto dell’isola, per godere un panorama a 360 gradi di Fuerteventura.
La strada per arrivare è tranquilla, un po’ stretta ma completamente asfaltata.

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria

Fuerteventura: qualche informazione pratica

Mi rivolgo soprattutto a chi è intenzionato a visitare Fuerteventura noleggiando un’auto: a parte che vi consiglio vivamente questa opzione, dato che è incredibile notare come il paesaggio cambi praticamente ogni metro, passando dai toni del rosso all’ocra, dal verde al blu. A momenti sembrava di essere tornata nel West americano!
Soprattutto in bassa stagione, non avrete bisogno di noleggiare un’auto dall’Italia: a Corralejo ci sono varia agenzie di autonoleggio e sbrigherete tutto in pochi minuti.
Costa tutto molto poco: sia l’auto (80€ per due giorni, assicurazione inclusa), sia la benzina, che non arriva a 1€ al litro.

Follow:
Share:

1 Comment

  1. 28 luglio 2017 / 8:08

    Io ti dico la verità…con la testa non ho mai preso l’aereo di ritorno. E comunque ti sei scordata di dire cosa si mangia a Fuerte, ma soprattutto cosa si beve…ron y miel con panna, patrimonio mondiale dell’umanità!

Rispondi