Una giornata a Segovia: come, quando, perché

Da piccolo il mio ragazzo giocava a Super Pang, un gioco di palline per il computer, o una cosa del genere.
Se ve lo racconto è perché c’entra qualcosa con questo post, qualcosa sui viaggi e sui consigli su cosa vedere a Segovia di cui sto per parlarvi.
La particolarità di questo videogioco (io sono totalmente ignorante in materia quindi perdonatemi) è che lo sfondo di ogni livello è rappresentato da un posto da visitare.
E allora troverete la Cina, Venezia, Yosemite e un castello rosa così fiabesco da sembrare finto.
Non so come sia successo ma – poco prima della nostra partenza per Madrid – Matteo mi fa vedere questo castello; io me ne innamoro, lo cerchiamo su Google Maps per scoprire che si trova a nemmeno 90 km dalla capitale spagnola. C’è mica bisogno che io vi dica che abbiamo deciso di includerlo nel nostro itinerario?

Segovia si trova nell’entroterra spagnolo, nella provincia della Castilla-Leon e si visita tranquillamente in una giornata; quindi, se durante il vostro week-end a Madrid, avete tempo per una gita fuori porta, questa città è assolutamente perfetta, oltre a essere bellissima e molto romantica. In questo post troverete tutte le informazioni che vi serviranno per organizzare la vostra giornata e decidere cosa vedere a Segovia, in particolare su come raggiungere la città e sui luoghi di interesse da visitare.

Come arrivare a Segovia

Segovia si raggiunge senza problemi con i mezzi: potrete utilizzare sia l’autobus che il treno.
Se sceglierete la prima opzione, dovrete arrivare alla fermata Principe Pio e prendere un bus della compagnia La Sapulvedana che, in un’oretta, vi porterà a destinazione.
In alternativa, dalla stazione dei treni Chamartin, passano molti treni veloci che ci mettono appena mezz’ora per arrivare a Segovia.
Noi abbiamo scelto la seconda opzione, per provare la rinomata AVE (Alta Velocità Spagnola) e siamo rimasti molto soddisfatti.
I biglietti costano 10€ a tratta e – una volta – arrivati – dovrete prendere la linea di autobus numero 11 per arrivare in centro, ovvero dove c’è l’Acquedotto. Gli autobus sono collegati con gli orari di arrivo dei treni e impiegano circa 20 minuti.

Cosa vedere a Segovia

Come vi dicevo dedicare una giornata a Segovia va benissimo, principalmente perché i luoghi di interesse sono tre, e non ci vuole molto tempo per visitarli.

Appena arrivati in centro, vi troverete davanti a un vero e proprio capolavoro di ingegneria: l’Acquedotto romano. Dico miracolo di architettura, perché questa struttura è stata costruita senza l’ausilio di “collanti” e i blocchi si reggono da soli. Considerate che l’Acquedotto è altissimo, una figata vero?
Superate la piazzetta delle fermate degli autobus e avrete varie angolazioni da cui ammirarlo e fotografarlo: potrete anche salire le scale, che si trovano sia alla destra sia alla sinistra, dell’Acquedotto, per vederlo nella sua interezza.

cosa vedere a Segovia

A meno di un km dall’Acquedotto troverete la stupenda Cattedrale gotica: è definita “la Dama di Spagna” per le sue dimensioni e la sua eleganza, e per me la definizione è azzeccatissima. Io credo sia una delle più belle cattedrali che io abbia mai visto.
L’ingresso costa 3€.

cosa vedere a Segovia

E ora veniamo al punto forte, al motivo che ci ha spinti a sacrificare un giorno alla mia amata Madrid per dedicarlo a questa città.
L’Alcazar.
Premettiamo che io e Matteo non possiamo mai avere troppa fortuna, quindi indovinate? Siamo arrivati fin lì per scoprire che..la facciata era in ristrutturazione, e la cosa non era riportata da nessuna parte, quindi la prima reazione non è stata esattamente il massimo.
E in più, non era possibile salire in cima alla torre più alta per scattare foto panoramiche.
Superata la delusione iniziare, devo dire che,  anche senza la facciata principale, si riesce benissimo a comprendere la bellezza del castello: sembra davvero di visitare la dimora di una principessa di uno di quei cartoni animati su cui sognavamo da piccole.
Vorrei dire che gli interni sono altrettanto belli, ma mentirei: vi consiglio comunque di pagare il biglietto per l’ingresso all’Alcazar (costa 5€) perché meritano comunque.
Ci sono varie sale molto interessanti e la visita vi prenderà poco tempo.

cosa vedere a Segovia

cosa vedere a Segovia

cosa vedere a Segovia

Prima di concludere, vi darò un altro consiglio che non ho trovato da nessuna parte.
Tra l’Acquedotto e le altre attrazioni la strada non è molto lunga (ci sono circa 2 km), ma è tutta completamente in salita.
No, non sono così pigra, e non avrei problemi se dovessi percorrere questa strada in una giornata di primavera.
I problemi nascono se ci sono 3 gradi sotto lo zero, se il vento è fortissimo e c’è pioggia mista a nevischio, come quando siamo andati noi.
Il modo per evitare quella strada c’è, e sono gli autobus piccolini che troverete nella piazza dell’Acquedotto: costano 1€ e passano ogni mezz’ora.
Quindi il mio consiglio è quello di prendere l’autobus all’andata, scendere direttamente all’Alcazar (che è l’ultima fermata) e dopo fare la strada a ritroso (in discesa), fermarsi alla Cattedrale e tornare indietro a piedi fino all’Acquedotto. Al ritorno noi abbiamo trovato il sole, anche se 10 minuti dopo ha ricominciato a nevicare!
Non fatevi ingannare dal cielo azzurro nelle foto: faceva un freddo bestiale!

 

7 Comments

  1. 3 marzo 2016 / 15:54

    Un’ altra bellissima perla spagnola! Quante sorpresa riserva questa terra? E’ incredibile! non saprei scegliere fra tutte le sue meraviglie! Anche se barcellona ha un posto fisso nel mio cuore da anni ormai! *_*

    • 3 marzo 2016 / 16:18

      Io ho adorato tutto quello che ho visto in Spagna, e non vedo l’ora di andare in Andalusia *.*
      Barcellona è stata la prima città spagnola che ho visitato e ha un posto speciale anche nel mio cuore 🙂

  2. 3 marzo 2016 / 16:49

    Mi aspettavo che Segovia si trovasse in qualsiasi altro Paese, tranne che in Spagna. Non sapevo proprio che esistesse, e immagino di non essere l’unica 😉

    L’Alcazar ricorda veramente uno di quei castelli delle principesse Disney, e se può esserti di consolazione la storia dei monumenti in ristrutturazione proprio quando si è programmato di andare a vederli perseguita anche me! -.-

    • 3 marzo 2016 / 17:07

      Io l’ho scoperto davvero pochissimo tempo prima di visitarla!
      Si, io sono molto, molto, sfigata sotto questo aspetto 🙁

  3. 11 marzo 2016 / 10:08

    Ciao Elisa! Ho trovato questo post su Segovia (che non conoscevo affatto fino ad ora XD) davvero interessante.
    Mentre leggevo sono riuscito davvero ad immaginarmi tutto quello che hai scritto.
    Sei riuscita a raccogliere in poche parole le cose essenziali da visitare e da fare a lì.
    Cosa ti ha colpito nello scegliere di scoprire Segovia?

    • 11 marzo 2016 / 11:49

      Ti ringrazio tantissimo per i complimenti al post, sono contenta di essere riuscita a trasmetterti quello che ho provato io 🙂

      Abbiamo scelto Segovia sia perchè il mio ragazzo voleva vedere l’Alcazar da tanto tempo, sia perchè basta una giornata a visitarla. Ci piaceva anche Toledo ma ho letto ci vorrebbero due giornie noi ne avevamo a disposizione solo uno 🙂

Rispondi