#DoItInPRATO: 5 indirizzi di ristoranti etnici

Attraverso il secondo post di #DoItInPRATO vi porto in..cucina! Per chi non lo sapesse, Prato è ormai diventata un intreccio di culture e etnie provenienti da tutto il mondo. Lasciando ad altre sedi contestazioni e giudizi, io qui vi parlerò del lato positivo di tutto ciò: la possibilità di conoscere cucine diverse dalla nostra. Io sono una fanatica del cibo italiano – intendiamoci – però è comunque interessante provare piatti diversi dai nostri.
Tra i più famosi, che sono da anni sulla piazza, ne potrete trovare due eccezionali:

Fujiyama, giapponese, via Valentini. Un locale visivamente molto curato, propone un’ampia scelta di specialità giapponese. Da qualche anno è possibile anche il menù all you can eat: 10€ a pranzo e 20€ a cena. E’ specializzato in sushi, ma offre anche varie possibilità a chi non mangia pesce (come la sottoscritta) o è vegetariano. Da provare il riso alla piastra con le verdure e – ovviamente – il saké.

Fujiyama, Prato [immagine presa dalla pagina Facebook del ristorante]

Fujiyama, Prato [immagine presa dalla pagina Facebook del ristorante]

Raja, indiano, piazza del Collegio. Entrare al Raja è come mettere piedi direttamente in India: gli interni sono curati nel dettaglio e trasportano subito in Asia. Permette di provare vari sapori della cucina indiana e – per chi non avesse idea di cosa scegliere – il ristorante mette a disposizione il menù fisso, anche qui sui 20€ a persona. Per di più, il Raja è il terzo ristorante di Prato su tripadvisor!

Gli interni del Raja

Gli interni del Raja

A questi ristoranti storici, se ne sono aggiunti recentemente altri, ad esempio:

Kaldi’s Café, etiope, via Settesoldi. Avete mai sentito parlare di un ristorante etiope? Io, sinceramente, mai prima che aprisse il Kaldi’s. E’ in pieno centro, proprio difronte a Fiaschemberg, ed è veramente carino! Per cena offre varie specialità etiope come cous cous o agnello cotto in vari modi, così come piatti vegetariani.Dopo cena, vi offre la possibilità di provare birre, the e tisane tipici! Io ho assaggiato una bevanda buonissima che si chiama tej: si tratta di vino bianco unito al miele e servito in un flute!

Kaldi's Café

Kaldi’s Café

La fabbrica alimentare, giapponese (e vegana), via Valentini. Il Fujiyama di cui vi parlavo prima ha la pecca di non servire una delle specialità giapponesi più amate: il ramen, noodles in brodo e carne. Potrete trovarlo in questo locale di recente costruzione, la cui filosofia di base è che cibo giapponese non è necessariamente sinonimo di sushi.

La fabbrica alimentare [immagine presa dal web]

La fabbrica alimentare [immagine presa dal web]

La cova, spagnolo, via Santa Trinità. Il primo tapas bar di Prato! Sapete tutti cosa sono le tapas? Si tratta di – letteralmente – stuzzichini di cui gli spagnoli hanno fatto una cultura proponendoli nelle modalità più disparate. A “la cova” troverete tutto questo, annaffiato da un’ottima sangria. In questo caso, i prezzi sono più alti della media, ma sappiate che tutti i prodotti provengono dalla Spagna.

La Cova

La Cova

Per il momento ho finito, fatemi sapere cosa pensate di questi ristoranti, se vi capita di andarci!

Non vi resta altro che mettere mi piace alla pagina Facebook di conlavaligiaverde.com per rimanere sempre aggiornati! 

 

6 Comments

Rispondi