Isola d’Elba: le spiagge da non perdere

A volte c’è bisogno di una fuga, della sabbia sotto ai piedi, del mare di mille sfumature di celeste.
A volte tutto quello di cui si ha bisogno è un’isola, dove la vita scorre lenta ed il mare è ovunque.
Altre volte, in estate non ci si puo’ allontanare troppo, ma non si vuole rinunciare al mare.
Specialmente per chi abita in Toscana, l’isola d’Elba è perfetta: si raggiunge in pochissimo tempo, è  tranquilla e ovviamente bellissima.
In più è piccolina, quindi è perfetta per un week-end, ma ha così tante spiagge e calette da offrirvene una diversa per ogni giorno che vorrete.
In questo post voglio parlarvi delle spiagge dell’isola d’Elba, vi mostrerò quali sono state le mie preferite, e terminerò l’articolo con i miei consigli per godere al meglio di questa adorabile isola.

Elba

Spiaggia di Sansone (foto scattata con un Sony Experia Z3)

Il mare dell’isola d’Elba è bellissimo, limpido, a volte blu, altre turchese, e le spiagge sono tantissime, e sempre diverse: a volte le troverete di morbida sabbia dorata, altre volte di ciottoli, altre ancora di sassolini ancora più piccoli. Ciò che le accomuna  a parte il mare cristallino è che sono tutte (o quasi) libere: di stabilimenti infatti ce ne sono pochissimi e – quando li troverete – occuperanno solo una parte dell’intera spiaggia.

Le più famose sono quelle di Cavoli e Fetovaia, entrambe di sabbia, adattissime a chi viaggia con bambini, specialmente la seconda dato il fondale abbastanza basso.
Cavoli secondo me è più bella, circondata da vegetazione e adatta a lunghe passeggiate, l’acqua è la più calda dell’isola, almeno secondo la mia esperienza.

A differenza delle altre spiagge dell’isola d’Elba, sia Fetovaia che Cavoli sono ben attrezzate: troverete sia la spiaggia libera che la possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni, e un paio di bar in cui pranzare o fare un aperitivo. Inoltre, in entrambe è presente il parcheggio, anche se a pagamento.

Le spiagge dell'isola d'Elba: Cavoli

Altre spiagge degne di nota si trovano nei pressi di Portoferraio, e lì c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Io ve ne segnalo tre:

  • Sottobomba: è tranquilla, raccolta e completamente selvaggia. Le scogliere bianchissime creano un incantevole contrasto con le centinaia gradazioni di blu e con il verde della vegetazione circostante. Il mare è bellissimo, anche se il fondale diventa subito profondo, quindi non è adatta a bambini o a chi non sa nuotare bene; in ogni caso è una spiaggia che merita di essere vista anche solo per il panorama che offre.La si raggiunge percorrendo un sentiero abbastanza lungo e faticoso e tanti scalini, dopo aver lasciato l’auto nel (carissimo) parcheggio poco distante.

spiagge dell'Elba

s+

  • Capobianco: è vicina a Sottobomba ed il panorama è simile. E’ più ampia e ci sono degli scogli a riva, ma è bellissima per lo snorkeling. Raggiungere questa spiaggia è fisicamente più semplice rispetto alla precedente perché i gradini da fare sono meno. Anche in questo caso, però, il parcheggio è a pagamento e carissimo.

Elba

  • Zuccale: non sarà la spiaggia più bella dell’isola, ma si trova ad appena un kilometro da Porto Azzurro, è tranquillissima e l’ideale per chi ha poco tempo a disposizione. Noi, ad esempio, avevamo il traghetto nel primo pomeriggio ma volevamo goderci le ultime ore di mare, senza allontanarci troppo dall’appartamento. La spiaggia è inoltre molto comoda: il sentiero per raggiungerla è breve e non impegnativo, ha una parte completamente attrezzata ed è adatta ai bimbi in quanto il fondale è basso.

isola d'elba

  • Sansone: la mia preferita. Il sentiero per raggiungerla è abbastanza lungo e complicato, ci vorranno circa 15 minuti a scendere e un po’ di più al ritorno per ritornare. Nel percorrere la strada mi era quasi passata la voglia di visitare questa spiaggia, ma – una volta arrivata – tutte le fatiche sono state ripagate: Sansone è meravigliosa, con dei colori incredibili e tipicamente mediterranei. A riva, le acque sono turchesi e si fanno subito profonde assumendo le colorazioni del blu intenso. Anche in questo caso, la spiaggia è fatta di ciottoli dalle forme irregolari – quasi fastidiosi in alcuni punti – e bianchissimi. In più, anche a pochi metri dalla riva si possono incontrare tanti pesciolini.

san2

sans1

Consigli di viaggio:

  • Nonostante l’isola abbia un aeroporto, il modo più comodo per raggiungerla è via mare. I traghetti per l’isola d’Elba partono da Livorno e Piombino (per quanto riguarda la Toscana, ovviamente) più volte al giorno, specialmente d’estate.
  • Per amor d’onestà, vi devo sconsigliare di visitare l’isola d’Elba in agosto, a meno che non abbiate uno scooter: il traffico è allucinante e, ogni volta, prendere la macchina è un incubo, soprattutto per quanto riguarda i parcheggi. Se posteggiate per strada, attenti a mettere l’auto perfettamente dentro le righe, perché abbiamo visto molti vigili e non sono affatto clementi con i visitatori, anzi! Le spiagge sono affollate, ma in questo caso la situazione è stata per me assolutamente vivibile;
  • Diciamo che l’isola non è famosa per essere particolarmente economica, in particolare i supermercati hanno prezzi salatissimi: saperlo sarà la vostra salvezza. Per quanto riguarda i ristoranti, invece, non ho trovato grosse differenze rispetto a Prato, la città in cui vivo;
  • Per la sera, paesini molto carini sono Capoliveri e Porto Azzurro, dove troverete bancarelle, negozietti e ristoranti di tutte le fasce di prezzo. In particolare il centro di Capoliveri è bellissimo e medievaleggiante;
  • Per finire, vorrei consigliarvi un paio di posti per mangiare. Nei pressi di Porto Azzurro ci sono due ristoranti buonissimi e di livello: il primo è “La Bottegaia” – in centro – mentre l’altro si chiama “Azienda Agricola Sepereta” ed è più defilato. In particolare, in quest’ultimo ci siamo tornati due volte perché il menù era talmente vasto e gustoso che non siamo stati in grado di scegliere solo poche pietanze; in più la location è bellissima. Ah, lasciatevi lo spazio per i dolci! 
    Se volete fare un aperitivo a base di salumi e formaggi locali e ottimo vino elbano, vi consiglio l’ “Enoteca I sapori del Sole”, proprio in centro a Porto Azzurro.
    A Capoliveri, invece, c’è una piadineria buonissima, “La Piada per Strada”.
  • Mi raccomando, assaggiate l’aleatico!

Isola d'Elba

5 Comments

  1. 5 giugno 2016 / 8:01

    Per me un pó distante, comunque una delle zone più belle d’Italia (una delle tantissime) e in futuro sicuramente ci faró qualche giorno di mare e relax mi hai fatto venire voglia di maree!!

    • 5 giugno 2016 / 8:09

      Siiii, devi andare assolutamente! L’ideale sarebbe in un week end di giugno o luglio, ad agosto è veramente il caos!

  2. 7 giugno 2016 / 20:59

    Ho il mare a due passi ma spiagge dorate e acque turchesi così non si trovano. Spero di visitare presto quest’isola perchè sembra veramente un piccolo paradiso 🙂

    • 7 giugno 2016 / 22:18

      Si, è bellissima, anche io non credevo potesse essere così, invece questa piccola isola mi ha stupita 🙂

Rispondi