L’isola di Lobos tra acque cristalline e paesaggi lunari

Vista da chi la raggiunge per la prima volta, l’isola di Lobos sembrerebbe il classico paradiso.
Acque turchesi, fondali bassi e sabbia bianchissima e fine.
Basta addentrarsi un attimo nell’entroterra del piccolo isolotto, per capire che non è proprio così.
Anzi, non lo è per niente: quest’isola a pochi kilometri da Corralejo nasconde deserti e paesaggi lunari.

Isola di Lobos

Isola di Lobos

L’isola di Lobos si trova a circa 2 km da Corralejo, si potrebbe raggiungere a piedi se non fosse per il mare.
Ripeto: sembra il paradiso, sembra di essere finiti all’interno di una di una foto iper-saturata e iper-finta.
Appena approdata, ho avuto qualche difficoltà a rendermi conto di quanto fosse irreale quell’acqua.
Non mi ero informata su Lobos, avevo solo letto che fosse bella, e mi sono lasciata ingannare da quel colore.

Bastano pochi passi, per rendersi davvero conto su che tipo di luogo abbiamo appena raggiunto.
Un caldo torrido, la terra brulla, arida, a tratti sembra quasi uno scenario post-apocalittico.
I colori si alternano, dal rosso all’ocra, dal marrone delle rocce al verde della vegetazione circostante.
Tutti colori caldi come il sole che non offre una tregua, in un’isoletta che non concede spazio per evitarlo.
Non c’è niente, sull’isola di Lobos, solo strade spoglie, pietre, vento e anche qualche…teschio.
Credrete di aver raggiunto l’Eden, ma vi bastereranno pochi minuti per capire quanto sia inospitale.

Isola di Lobos

Isola di Lobos

Isola di Lobos

Quindi, ecco, non chiedetemi: “una volta arrivato sull’isola di Lobos, cosa faccio?”.
Perché non c’è una risposta, non c’è proprio un bel niente da fare sull’isola di Lobos.

Ci sono, però, tre percorsi a piedi che vi permetteranno di scoprirla tutta.
Potrete costeggiarla via mare, arrivare fino al punto più alto, godendo della brezza che arriva dall’Oceano.
O addentrarvi nell’entroterra, patire un caldo africano e godervi un silenzio che solo il deserto regala.
In ogni caso questo è quello che riceverete dall’isola di Lobos: natura incontaminata e silenzio.

L’isola è disabitata e, come tale, non ha niente da offrire al turista, fatta eccezione per un piccolo ristorante.
Per questo, lungo il tragitto, non incontrerete quasi nessuno, non sentirete rumori artificiali, sarete in pace.
Sarete in pace in un luogo ostico e a tratti infernale.

Oppure, se stanchi del caldo e del deserto, potrere raggiungere Playa de la Concha e farvi un bagno.
L’acqua è incantevole, calma, la sabbia fine e chiarissima, ma si tratta sempre di Oceano, quindi è fredda.
Ricordate che non ci sono servizi di alcun tipo: niente ombrelloni, lettini, sport acquatici o bar.

Isola di Lobos

Isola di Lobos

Isola di Lobos

Isola di Lobos

Isola di Lobos: qualche informazione

Per raggiungere l’isola di Lobos dovrete imbarcarvi dal porto di Corralejo, e le opzioni sono molte.
Potrete acquistare una gita a Lanzarote e fare un pit stop in questo isolotto dalle due facce.
Oppure, prendere una barca che passa ad ogni ora, ad un costo di 15€ a persona a/r.

Nella strada per raggiungere il porto io sono stata fermata da un ragazzo italiano che organizza escursioni.
Mi ha proposto la sua: 13€ a/r per una corsa in motoscafo che io potevo prenotare a qualsiasi ora.
E’ stata una soluzione veramente comoda, perché potevo scrivere via sms ai ragazzi della compagnia.
Vi lascio il suo nome: lui si chiama Diego e l’agenzia è la Barracuda Perdomo Excursiones.

Un consiglio è fondamentale se volete sopravvivere a quest’isola: crema solare e tanta, tanta, acqua.
Non ci sono posti per stare all’ombra, né per fare scorta di viveri, anzi io vi consiglio di portarvi un panino!
Il ristorante non l’ho provato quindi non posso dirvi se valga la pena fermarsi per una sosta.

In ogni caso, il mio consiglio è di godervi appieno il tempo su quest’isola unica.

ALTRO DALLA SPAGNA:

 

Share:

10 Comments

  1. 2 giugno 2017 / 19:58

    Bellissima e direi anche un po’ inquietante… Forse per i teschi, forse per il fatto che è disabitata. Però penso che per mezza giornata non mi dispiacerebbe!

    • 2 giugno 2017 / 20:33

      Siiiii, é super-suggestiva.

    • 4 giugno 2017 / 19:00

      Sisi è inquietante, quasi infernale, ma bella bella

  2. 14 giugno 2017 / 12:55

    Partiamo dalle foto…BRAVA! Qualcuna è veramente molto bella, diritta e meglio delle mie che faccio la figa con la super canon che in realtà fa tutto lei ahahaha! Stare in pace in un luogo infernale…non avrei saputo trovare parole migliori 🙂

Rispondi