Gite in Toscana: Chianciano Terme e i dintorni

Toscana, Toscana e solo Toscana.
Sì, lo so quello che state pensando, e possibilmente presto vi parlerò dei miei viaggi in giro per il mondo (non appena riesco a salire su un aereo).
Ma per ora, “accontentatevi”.
“Accontentatevi”, tra virgolette, perché la Toscana è la regione più bella del mondo, ed io voglio farvela scoprire tutta.

Dopo avervi parlato dell’abbazia senza tetto di San Galgano e di Pienza, il borgo toscano che preferisco, oggi vi porto alle terme.
Alle terme di Chianciano ci ho passato l’ultimo giorno del 2015 e il primo del 2016: è stata una decisione presa in fretta – un piano B – dopo aver deciso di non trascorrere San Silvestro a Parigi, come inizialmente programmato.
Ventisei anni di vita, cinque che frequento spa e terme varie, e non ero mai stata a Chianciano.
Fortuna che sono riuscita a rimediare.

A Chianciano, potrete scegliere tra vari parchi termali, ed io vi consiglio le piscine Theia e il Parco Acquasanta.
Nel primo caso, si tratta di sette enormi vasche di acqua termale, quattro all’interno e tre all’esterno della struttura, tutte collegate tra di loro.
La temperatura dell’acqua è di 36 gradi: forse anche troppo calda per le piscine interne, ma paradisiache all’esterno, specie quando fa freddo.
All’interno della struttura troverete anche un bar-ristorante, e degli spogliatoi molto grandi ed organizzati benissimo.
Preciso che, alle piscine Theia, troverete soltanto acqua, quindi niente sauna, bagno turco e percorsi benessere di vario genere.

La serata del 31 dicembre è stata molto bella: cena a buffet in accappatoio e bagno in piscina fino alle 2 di notte! Credo che chiunque – almeno una volta – dovrebbe passare un San Silvestro cosi.

Per quanto mi riguarda, uno dei migliori 31 dicembre di sempre!

Chianciano Terme

Piscine Theia (immagine presa dal web)

Se invece, volete fare un percorso benessere, vi consiglio il parco Acquasanta.
E’ una spa a tutti gli effetti, composta da tre piscine (due interne e una esterna), varie saune e stanze per rilassare i sensi.
L’ingresso dura tre ore e mezza e vi sarà possibile scegliere tra quattro tipi di percorso benessere: rilassante, energizzante, riequilibrante e depurativo.
Forse, nei corridoi la temperatura è un po’ bassa, ma le stanze sono davvero molto belle.
Quelle che ho preferito? La piscina sensoriale (con aromaterapia e cromoterapia) e il melmarium.
Non mi ero mai fatta i fanghi ed è stata davvero una figata!

Chianciano Terme

Il melmarium, con tre tipologie di fanghi a seconda del percorso scelto [immagine presa dal web]

Informazioni utili

Il biglietto di ingresso alle piscine Theia costa 12€ per quattro ore, mentre quello al parco Acquasanta 37€ per 3 ore e mezza (45€ nei festivi).
Entrambe le strutture sono molto vicine tra di loro e al centro di Chianciano Terme.

Presso il parco Acquasanta potrete acquistare prodotti per la cura del corpo e la famosa acqua termale da bere.

Molto spesso, il consorzio Chiancia-sì propone ai clienti dei pacchetti terme+hotel davvero convenienti: noi abbiamo pagato 190€ a testa per due notti e la serata di San Silvestro. L’albergo in cui abbiamo dormito era il Park Hotel, davvero carino e meno di un chilometro dal parco Acquasanta!

Chianciano Terme

Le stanze della cromoterapia (immagine presa dal web)

Le stanze della cromoterapia [immagine presa dal web]

Se – dopo un po’ – vi siete “stancati” di tutto quel relax, non dimenticatevi che siete in Toscana!
Basta prendere l’auto, percorrere qualche chilometro e vi ritroverete in qualche posto meraviglioso.
Il centro stesso di Chianciano Terme è molto carino e in stile medievale, come la maggior parte dei borghi toscani, altrimenti di alternative ce ne sono quante ne volete: la meravigliosa Pienza si trova a meno di mezz’ora di strada, Siena a circa cinquanta minuti, Chiusi a nemmeno quindici.

Noi abbiamo optato per Montepulciano, dato che non c’eravamo mai stati.
Montepulciano è stupenda: vi consiglio di parcheggiare appena fuori dal centro e di godervi la strada fino a Piazza Grande.
Mi raccomando di fermarvi a guardare verso i vari punti panoramici per godere di una vista senza pari sulla campagna toscana.

Chianciano Terme
Piazza Grande, Montepulciano

Un altro consiglio è quello di visitare la città sotterranea, sede di cantine con botti di varie dimensioni e tombe estrusche.
All’interno è anche possibile effettuare degustazioni di vino e olio e acquistare prodotti tipici.

Chianciano Terme

Quale sarà la scelta più difficile della vostra gita a Montepulciano? Semplice, scegliere dove mangiare!
In centro è pieno di ristoranti, enoteche e paninerie, ma noi abbiamo deciso di pranzare fuori dalle mura.
Io e Matteo abbiamo optato per la Locanda Cicolina, a cinque minuti dal centro e immersa nel verde.
E’ un ristorante dalla cucina semplice, casereccia e decisamente eccezionale: noi abbiamo speso 30€ a testa mangiando praticamente di tutto.
Vi consiglio i ravioli patate e salsiccia, la tagliata al lardo e ovviamente i dolci!

 

10 Comments

  1. 7 gennaio 2016 / 17:08

    Che belle queste terme Elisa..e l’ingresso non costa neanche troppo! considerando che si può aggiungere al pacchetto anche una bella visita al borgo ci faremo sicuramente un pensierino per una notte fuori! 🙂
    Bella Montepulciano, ci siamo stati anche noi e abbiamo scritto un post sul blog con alcuni consigli per chi volesse visitare la città! Come si mangia in Toscana, non si mangia da nessuna parte! *_*

    • 7 gennaio 2016 / 17:36

      Si, addirittura puoi fare un pacchetto con l’hotel, guarda sul sito di Chianciasì 🙂

      Grazie per il tuo commento :*

  2. 8 gennaio 2016 / 16:43

    Figata! L’idea del capodanno alle terme potrebbe salvarmi il prossimo 31 dicembre. Se non vado prima, visto che mi é venuta una gran voglia di immergermi in piscina 🙂

    • 8 gennaio 2016 / 17:31

      Ciao Elisa 🙂

      Io te lo consiglio, la serata di capodanno è stata davvero carina 🙂 E poi – essendo la cena in accappatoio – non avrai il problema del “cosa mi metto la sera del 31?” 😀

  3. 8 gennaio 2016 / 23:32

    Anche una mia amica c’è stata, e me ne ha parlato benissimo! Dalle tue foto sembra davvero favoloso, ed io il melmarium non l’avevo nemmeno mai sentito nominare!
    La Toscana poi è bellissima, altro che “accontentarsi”!!

    • 8 gennaio 2016 / 23:50

      Ciao Pam 🙂

      Assolutamente io te la consiglio, gli ingredienti per passare un week end perfetto ci sono tutti!

  4. 27 gennaio 2016 / 10:58

    Ciao Elisa, il tuo blog è davvero interessante!! La mia prossima meta sarà Lucca e dintorni, ho spulciato per cercare ma ho visto che non ne hai ancora scritto.. magari il prossimo post sarà dedicato a quella zona? 😀

    • 27 gennaio 2016 / 11:18

      Ciao Elisa 😀 grazie mille del complimento, sei gentilissima 🙂
      Purtroppo, se proprio c’è una zona della Toscana che conosco poco, è proprio la provincia di Lucca!
      Lucca, peró, l’ho visitata molte volte ed é stupenda, e dicono lo sia anche la Garfagnana 🙂

Rispondi