Il mio on the road tra Svizzera, Alsazia e Germania: itinerario e informazioni

Gli on the road, secondo me, sono i viaggi più belli, ovunque essi siano fatti.
Profumano di libertà, di programmi decisi all’ultimo minuto, di panorami sempre nuovi.
Adoro studiare le mappe, cercare informazioni sulle città e scoprire se voglio inserirle nell’itinerario.
Sono tornata da poco da un bellissimo on the road tra Svizzera, Alsazia e Germania.
Vi racconterò presto di tutti i posti visitati, ma prima vorrei parlarvi dei lati pratici.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

Sono partita da Zurigo, che non è una di quelle città di cui tutti parlano bene.
L’ho scelta per il costo del volo e per la posizione, abbastanza vicina all’Alsazia.
Devo dire che Zurigo mi ha stupita, é molto carina, vivibile, giovane e colorata.
Cara da far spavento, certo, ma in compenso si mangia da Dio!
L’Alsazia, invece, è bella da togliere il fiato, e non capisco perché sia così poco conosciuta.
Strasburgo, ad esempio, è una perla, per non parlare di Colmar, che è romanticissima e stupenda.
E poi, i paesini e i vigneti della Route du Vin sono carinissimi e sembrano usciti da una fiaba.
Ho scelto l’Alsazia quasi per caso, incuriosita e stregata da una foto trovata su Instagram.
Avevo quasi prenotato il volo per Vienna, quando ho deciso di ascoltare quella vocina.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

Nella strada per tornare a Zurigo ho deciso praticamente il giorno prima di passare da Friburgo di Brisigovia.
Questa piccola città tedesca non è una di quelle che fanno innamorare, non ha molto di speciale, a dire il vero.
Sempre il giorno prima di partire, ho scoperto Triberg, il paese degli orologi a cucù e ho deciso di attraversare un pezzo di Foresta Nera per raggiungerlo.
Quella parte di Foresta Nera mi ha ricordato una gita fatta al liceo, scatenando dolcissimi ricordi.
L’ultima tappa è stata Lucerna, un gioiellino che desideravo visitare da tempo, e che mi è sembrata ancora più bella di ciò che mi aspettavo.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

In ogni caso, vi parlerò di ogni città nel dettaglio più avanti, intanto vi lascio le informazioni pratiche.

Itinerario

Giorno 1: Zurigo, pernottamento a Strasburgo.
Tra le due città ci sono circa 2 ore e mezza, anche se io ho trovato un traffico incredibile.
Giorno 2: Strasburgo, pernottamento a Strasburgo.
Giorno 3: ho percorso la Route du Vin, tra paesini e vigneti; pernottamento a Colmar.
Ci ho messo impiegato una giornata intera per visitare alcuni paesini, sono piccoli, ma troppo belli.
Vi parlerò dettagliatamente dell’Alsazia in un altro articolo.
Giorno 4: Colmar, pernottamento a Colmar.
Giorno 5: Triberg e Friburgo; pernottamento a Lucerna.
Questo è stato il giorno in cui ho percorso più strada: da Colmar a Triberg c’è circa un’ora e mezza; un’altra ora per Friburgo e altrettanta fino a Lucerna.
Giorno 6: Lucerna e ripartenza per Zurigo.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

Noleggio auto

io mi sono rivolta a Hertz e mi sono trovata benissimo.
Il costo della macchina (una Peugeot 108) è stato di 214€, con l’assicurazione base.
L’auto consuma pochissimo: più di 700 km si fanno con circa 60€ di benzina.
Per i pedaggi, in Svizzera vi daranno l’auto col bollino autostradale e sarete a posto.
In Francia – almeno nel tratto che ho percorso – non ho trovato caselli autostradali.
Idem in Germania, in quel pezzettino che ho fatto, ovviamente.

Una cosa: sembra esserci una legge secondo cui non è possibile spostarsi tra gli stati europei con un’auto a noleggio.
Io non ho avuto problemi, ma comunque dovete avvisare la compagnia di noleggio dicendole che avete intenzione di spostarvi, altrimenti l’assicurazione non potrà coprirvi.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

Hotel

Ho scelto sempre hotel economici, centrali e col parcheggio.
A Strasburgo ero all’Hotel des Arts, antiquato, ma pulito e centralissimo.
A Colmar al Kyriad Hotel Colmar Centre Gare, a 10 minuti a piedi da centro.
A Lucerna, infine, all’Hotel Falken, in pieno centro.
Se non avete molte pretese, ma volete dormire in centro, ve li consiglio tutti e tre.

La Svizzera è cara come dicono?

Di più, molto di più, quasi surreale.
E il bello è che al momento il cambio per noi è vantaggioso.
Bottiglie d’acqua a 4€ nei bar, il cui costo arriva a 6-7 nei ristoranti.
In un ristorante di Zurigo, segnato come economico, ho speso più di 20€ per un hamburger e un’acqua.
Anche il parcheggio è carissimo, una cosa come 2 franchi (poco meno di 2€) l’ora.
In ogni caso, potrete anche pagare con gli euro, almeno a Zurigo e Lucerna li accettano, anche se vi daranno il resto in franchi.

Comunque, anche l’Alsazia non è per niente economica: niente a che vedere con la Svizzera, certo, ma i prezzi non sono a buon mercato.

On the road tra Svizzera, Alsazia e Germania

Aspetto la vostra: che ne pensate del mio on the road tra Svizzera, Alsazia e Germania?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Follow:
Share:

10 Comments

  1. 27 aprile 2017 / 10:21

    Quello che hai speso per due panini è incredibile! Ti si dovrebbero riconoscere i danni morali! 😀
    Comunque hai stilato un bell’itinerario, che posti! Anche io ho trovato Colmar stupenda, un vero gioiellino!
    Buona giornata 😉

    • 28 aprile 2017 / 7:13

      A onor del vero va detto che erano buonissimi, comunque sì..un furto!

      Buona giornata a te, cara! 🙂

  2. 27 aprile 2017 / 17:27

    Ogni tanto ci penso ad andare in Svizzera, ma ho sempre paura dei prezzi… ed a ragione vedo! E’ assurdo quanto avete speso, un ladrociniooo!!!
    Dell’Alsazia ultimamente ho visto un sacco di foto, i paesini sembrano usciti dritti da una favola. Sicuramente prima o poi mi piacerebbe andarci!

    • 28 aprile 2017 / 7:15

      La Svizzera purtroppo ha questo problema, è inavvicinabile, però molto bella, dal poco che ho visto 🙂

      L’Alsazia te la consiglio troppo, è meravigliosa!

      • 28 aprile 2017 / 7:40

        La Francia dovrei proprio approfondirla, conosco solo Parigi e la zona dei castelli della Loira

  3. 27 aprile 2017 / 18:27

    Aspettavo a gloria i post sul tuo viaggetto di Pasqua, mi è piaciuto tantissimo! Colmar e Strasburgo sono nella mia wishlist da una vita, quindi non vedo l’ora di leggere qualcosa in più.
    Alla fine vedo che è andato tutto bene con il noleggio auto, meglio così!! :*

    • 28 aprile 2017 / 7:16

      Sì, nessuno ci ha controllati in nessuna delle frontiere, non so se sia un bene o un male!

      Comunque Strasburgo e Colmar sono stupende, ti auguro di visitarle presto 🙂

      • 3 maggio 2017 / 13:01

        Beh no alla fine è normale che non vi abbiano controllati, dai 🙂 meglio così!! Un bacione :*

  4. 28 aprile 2017 / 9:38

    Questo è uno di quei viaggi on the road che mi piacerebbe davvero fare, anche perché io posso raggiungere Zurigo da casa mia ci impiego poco più di cinque ore in macchina, quindi ridurrei di molto i costi di un noleggio in loco.
    Comunque sono d’accordissimo: Zurigo è una città davvero carina!

  5. 29 aprile 2017 / 22:35

    Eli, leggo i prezzi e sospiro…perché costa tutto tipo la metà di qui in Nuova Zelanda!! Quando torno a casa mi converrebbe tornare subito in Svizzera, così non mi sembrerà costosa 😀
    Scherzi a parte, l’Alsazia e Colmar li sogno da un sacco di tempo…spero di andarci presto e intanto aspetto i tuoi racconti approfonditi!

Rispondi