Thailandia in agosto: mini guida di Koh Samui e Koh Tao

Mancano circa 23 settimane all’estate.
Ventritré settimane alla pelle che torna ad abbronzarsi.
Ventritré settimane agli aperitivi in spiaggia, ai lunghi bagni.
Non ho ancora idea di dove o come trascorrerò la prossima estate.
Quindi, l’unica cosa che posso fare è ricordare quella appena trascorsa.

Se sceglierete, come ho fatto io, di visitare la Thailandia in agosto, questa piccola guida di Koh Samui e Koh Tao potrebbe tornarvi utile.

Thailandia in agosto: Chaweng Noi, Koh Samui

E’ opportuno farvi una premessa, in questo caso.
Io e Matteo non siamo “turisti da spiaggia”, di quelli che d’estate scelgono paradisi lontani per restare ore e ore in spiaggia a prendere il sole. Ci piace il mare, prediligiamo posti in cui fa caldo e possiamo stare almeno qualche giorno in spiaggia a rilassarci, ma non è mai quello il fine dei nostri viaggi.
Questa volta è stato diverso: dopo più di due settimane a fare le trottole tra la Thailandia e la Cambogia, siamo arrivati a Koh Samui totalmente esausti, senza la minima voglia di fare qualcosa che non fosse restare ore e ore in spiaggia a prendere  il sole, fare bagni, rinfrescarsi con succhi di mango e nient’altro.
Ed è stato così per tutti e sei i giorni trascorsi a Koh Samui e Koh Tao: l’unica nostra attività è stato spostarsi tra le due isole, includendo anche una giornata sull’isola di Nang Yuan.

Le isole della Thailandia che ho visitato hanno moltissimo da offrire, specialmente Koh Samui: templi, parchi marini, spiagge e mi dispiace non parlarvene perché, davvero..non abbiamo visitato niente! Argomento principale di questo post saranno, quindi, informazioni pratiche.

Thailandia in agosto: quale isola scegliere?

Questo dipende molto dal periodo del vostro viaggio: si consigliano generalmente Phi Phi Island e Koh Lipe durante la stagione secca (il nostro inverno) e Koh Samui, Koh Tao e Koh Phangan durante la nostra estate, che corrisponde invece al periodo delle piogge.
Quindi, se avete scelto di visitare la Thailandia in agosto, Koh Samui e le isole del golfo sono quello che fa per voi.
Scrivo “generalmente” perché ormai le stagioni sono imprevedibili e proprio in questi giorni c’è stata un’alluvione in gran parte delle isole della Thailandia, che ha costretto molti viaggiatori a rivedere i loro piani.
E’ (quasi) tutta questione di fortuna: ho sentito di chi ha dovuto lasciare Koh Tao in pieno agosto perché non smetteva di piovere, così come di chi (sempre in pieno agosto) è stato diversi giorni a Phi Phi Island senza vedere una nuvola.

Credevamo che Koh Samui fosse immune dalle piogge, in agosto, e sbagliavamo visto che – in tutti i giorni che siamo stati sull’isola – ha sempre piovuto un’oretta verso l’ora del tramonto. A Koh Tao, invece, abbiamo trovato il cielo nuvoloso, ma niente pioggia.

Come si arriva a Koh Samui?

Koh Samui, tra le isole del Golfo, è la più semplice da raggiungere, dato che è l’unica ad avere un aeroporto.
Anzi, dell’aeroporto più carino che io abbia mai visto: dimenticate gli aeroporti grigi, freddi asettici e immaginatevi..un resort! E’ quasi interamente all’aperto, dotato di puof e divanetti dai toni e caldi e colorati; è decisamente un’altra cosa aspettare il proprio volo in un posto del genere.
In questo scenario perfetto c’è un però: il costo dei voli da Bangkok a Koh Samui è esageramente alto.
Non siamo più in Thailandia, dove tutto costa poco, ma siamo tornati agli standard europei, dove un normalissimo volo a/r nazionale della durata di un’ora costa più di 250€.
E non abbiamo prenotato all’ultimo momento, ma più di due mesi prima!

Fortunatamente, ci sono vie più economiche per arrivare nella più grande delle isole del Golfo; strade, ovviamente, molto più lunghe.
La soluzione, per risparmiare, è quella di raggiungere Surat Thani – in aereo, treno o bus – dopodiché prendere un autobus o un taxi per arrivare al porto, per poi imbarcarvi, infine, sul traghetto per Koh Samui. Un’alternativa lunghissima (contate che da Bangkok a Surat Thani, via terra, ci vogliono circa 10 ore), ma meno dispendiosa: dipende tutti dal vostro budget e dai vostri tempi.

Thailandia in agosto: Chaweng Noi, Koh Samui

Thailandia in agosto: Chaweng Noi, Koh Samui

 

Koh Samui: quale zona scegliere?

Se amate la movida, le spiagge incasinate (dallo stile occidentale) la zona e la spiaggia di Chaweng sono ciò che fa per voi.
La Thailandia in agosto è veramente densa di turisti, soprattutto la zona di Koh Samui, quindi quando scrivo di “movida” e “spiagge incasinate” intendo davvero movida e spiagge incasinate.
A noi è bastato veramente poco per capire che Chaweng non era adatta alle nostre esigenze.

Abbiamo deciso di dormire a Chaweng Noi, poco più a sud di Chaweng, e l’atmosfera è totalmente diversa.
Pochi ristorantini, poca gente, poco traffico, una spiaggia bellissima e poco frequentata. Devo essere onesta e raccontarvi che, anche la spiaggia di Chaweng Noi, è strutturata sullo stile occidentale, dato che nell’ultimo anno è stato costruito un beach club che serve cocktail e mette musica a partire dalle 10 del mattino.

La spiaggia di Chaweng Noi mette a disposizione ombrelloni, divanetti e lettini che – udite udite – sono gratuiti.
Troverete, inoltre, un centro massaggi e un paio di ristorantini decisamente economici: il mango juice che ho bevuto lì non lo scorderò mai!

Non è una spiaggia selvaggia e deserta, ma ho trovato un’atmosfera tutto sommato gradevole.
Per quanto riguarda l’hotel, noi abbiamo alloggiato al Chaweng Noi Pool Villa: un albergo molto carino, a 3 minuti a piedi dalla spiaggia e che dispone di camere standard oppure di ville con piscina privata (noi abbiamo optato per la prima opzione, ovviamente). C’è anche un Seven Eleven nel raggio di un kilometro.

Dall’aeroporto di Koh Samui, passano navette che vi porteranno al vostro albergo con poco più di 100 bath (circa 3€) a testa, mentre il taxi costa quasi il triplo.

Thailandia in agosto: cocco a Koh Samui

E, invece, Koh Tao?

Koh Tao è esattamente il paradiso tropicale che immaginavo ogni volta che pensavo alla Thailandia.
Piccolina, fatta di spiagge lunghe e selvagge, dove le atmosfere sono distese e sembra di essere in un sogno.

Koh Tao si raggiunge con una traversata in traghetto di circa due ore, dal porto di Samui.
Ogni hotel vi darà la possibilità di prenotare un pacchetto che includa – oltre il traghetto – il pick-up direttamente in hotel, in modo che non avrete da preoccuparvi di raggiungere il porto, il tutto a un costo di circa 800 bath (poco meno di 25€).

La zona più famosa di Koh Tao è quella di Sairée, con l’omonima spiaggia e un lungomare delizioso.
La spiaggia di Sairée è bellissima: molto lunga, in alcuni tratti completamente selvaggia, senza ombrelloni lettini o dj-set a pochi metri dal mare. Inoltre, le acque di Koh Tao sono migliori di quelle di Samui e molto più adatte allo snorkeling: a Sairée, a pochi metri dalla riva, abbiamo avvistato tantissimi coralli e pesciolini colorati.
A Koh Samui, invece, non c’è la barriera corallina.

Per la sera, la zona di Sairée offre veramente di tutto: una bella via pedonale per passeggiare, ristoranti e localini per tutti i gusti, dalla pizzeria italiana, al bar sula spiaggia, al night club.

Infine, per quanto riguarda l’hotel, noi abbiamo scelto lo Chaantalay, che è carino ma non lo consiglierei. Si trova a meno di un kilometro da Sairée, ma su una strada in salita e isolata che non consente di raggiungerla a piedi (specialmente la sera dopo cena); fortuna che, nel nostro caso, il ragazzo della reception si è offerto di accompagnarci gratuitamente.

Thailandia in agosto: Sairée Beach, Koh Tao

Thailandia in agosto: Sairée Beach, Koh Tao

Thailandia in agosto: tramonto a Sairee Beach, Koh Tao

ALTRO DALLA THAILANDIA

5 Comments

  1. 20 gennaio 2017 / 11:31

    ah, che bei ricordi che ho di Koh Samui! Era ormai 11 anni fa e ora vivrei quest’isola in modo totalmente diverso (e immagino che anche l’isola stessa sia molto diversa…), ma è comunque stato uno dei miei viaggi più belli! Anche Koh Tao dev’essere un vero splendore!

    • 20 gennaio 2017 / 17:19

      Io vorrei tornarci per girarla un po’, dato che non abbiamo visto praticamente nulla 😀

      Grazie di essere passata:)

  2. 24 gennaio 2017 / 15:06

    ho seguito tutto il viaggio su Instagram e ora mi diverto molto a leggere i post con i dettagli di quello che attraverso le foto potevo solo, in parte, immaginare! cmq un bellissimo viaggio <3
    http://www.audreyinwonderland.it/

    • 24 gennaio 2017 / 15:09

      Che carina, sono molto contenta che tu mi abbia seguita e che continui a leggere i miei post 🙂
      Hai ragione, é stato un viaggio incredibile ❤️

Rispondi