Traveldreams 2018: come sognare con i piedi per terra

Rileggo i traveldreams scritti per il 2017 e mi viene un po’ da ridere.
Guardo la lista che avevo stilato casualmente all’inizio di quest’anno e penso: “per tre ore”, “no”, “nemmeno”, “proprio no”, “mmm…no, neanche questo”, “no comment”, “no”, “ah questo, sì, per caso ma sì”.
In teoria un disastro, in realtà sono giustificata: come puoi realizzare i sogni di viaggio quando gli altri sogni si infrangono e tutto intorno a te crolla?
Ad essere onesta, questo 2017 é stato l’anno più importante per me, l’anno in cui ho viaggiato di più, anche se le destinazioni non sono state quelle su cui fantasticavo.
Ad Amsterdam ci sono stata, quel poco che mi é bastato a farmela desiderare ancora di più.
Non ho preso il sole a Copacabana né a Key West, ma sono stata a Fuerteventura.
Non ho realizzato il sogno di comprare i regali di Natale sulla Fifth Avenue, ma li ho acquistati a Carnaby Street.
Non ho visitato l’Andalusia, ma ho scoperto luoghi incantevoli in Irlanda.
Non ho ammirato il Lake Bled, ma mi sono innamorata dell’ Alsazia e della Svizzera.
E non sono stata nemmeno in Marocco, però ho conosciuto e amato la Norvegia.
Niente é andato secondo i piani, é cambiato tutto, ma sono rimasta io, un io sempre più definito dalla parola viaggio.
Ti parlerò di tutto questo nel prossimo post, ma per ora pensiamo ai viaggi.
I traveldreams 2018 saranno diversi: non città e paesi scritti di getto, non tanti luoghi in cui so già di non poter andare ma inseriti comunque, ma viaggi più alla mia portata.
Sogni più concreti, più maturi.

I luoghi di Game of Thrones in Irlanda del Nord

Bali

Lo scrivo a chiare lettere, e potrei anche inserire solo questo traveldream.
Se nel 2018 potessi visitare soltanto Bali mi andrebbe bene lo stesso, se dovessi barattare un po’ di tempo a Bali con 12 mesi di viaggi lo farei.
E se non dovessi realizzarlo mi sentirei una fallita per sempre, per questo lo scrivo qui.
Ti é mai successo di perdere la testa per una persona che conosci poco, ma diventa comunque un pensiero fisso?
Non sai molto su di lei, non hai reali motivi per amarla, ma la ami comunque.
La preferisci a chi conosci meglio, anche più accessibili, non sai perché ma in fin dei conti quell’idea dalla testa non te la togli.
Conosci altre persone, certo, ma ti resta addosso quella sensazione che l’intesa con l’altra sarebbe meglio.
Magari non é nemmeno così, magari si rivelerebbe un disastro, ma non ti importa.
Per me Bali é tutto questo, non so spiegarlo, so solo di averne bisogno.

Traveldreams 2018: Bali

Stoccolma

La sogno da quando ho letto per la prima volta “Uomini che odiano le donne” ed é un altro di quei posti a cui penso spesso. Sarà che quando leggi e ami un libro ambientato in una città, ami di conseguenza anche la città in questione.
O sarà che le città scandinave mi hanno sempre appassionata: ho amato Copenhagen, così come Oslo, per non parlare di Bergen, che credo sia una delle più belle del mondo.
O, ancora, che Stoccolma sembra bellissima e me la immagino verso luglio, quando il sole tramonta di notte.

Traveldreams 2018: Stoccolma

Isole Aran

Sono in Irlanda, ci resterò ancora per un po’ – se tutto va bene – e voglio cogliere questa occasione per visitarne il più possibile.
Ho già ammesso di aver snobbato questo paese per anni, e me ne prendo la colpa, ma me ne sto innamorando sempre più, ed ho troppa sete di scoprirla.
Le Isole Aran credo siano una delle immagini più belle e tipiche dell’Irlanda: silenziose e sperdute, ventose, verdi e blu.
Ora che ci penso, dovrei inserire anche il Donegal, Achill Island, e luoghi dell’Irlanda del Nord che mi sono persa durante la mia prima visita…

Traveldreams 2018: Isole Aran

Santorini

Una ragazza single, intenzionata a rimanere single (per ora, chiaro), puo’ andare a Santorini da sola?
Tra pochi giorni saremo nel 2018, quindi io risponderei di sì, che é ormai finito il tempo degli stereotipi di questo tipo, che una donna puo’ andare quasi ovunque e sicuramente in posti tendenzialmente giudicati “da coppia”.
Santorini e i suoi tramonti, le sue casine dai tetti blu…

Traveldreams 2018 Santorini

Stratford-Upon-Avon

Ho un debole per le cittadine carine, per le casette, per i borghi che sembrano appartenere a un luogo dove il tempo si é fermato.
Ho scoperto Stratford-Upon-Avon grazie a una foto su Instagram (come mi accade spesso) e non vedo l’ora di visitarla.
In più, da Dublino partono voli super low-cost per Birmingham, che dista meno di un’ora dalla città natale di Shakespeare.
Per forza di cose, questa piccola città entra quindi di diritto nei traveldreams 2018.

Traveldreams 2018: Stratford Upon Avon

Ecco qua, che ne pensi? Hai visitato qualcuna di queste mete?
Quali sono invece i tuoi traveldreams 2018?

 

I traveldreams nascono da un’idea di Manuela, Farah e Lucia.

 

Follow:
Share:

17 Comments

  1. 20 dicembre 2017 / 9:42

    È sempre così, rileggendo i vecchi traveldreams ci si sente sciocchi. Ti auguriamo di scoprire presto se quell’intesa con Bali funziona – credo proprio di sì – e di non lasciare che niente metta un freno alla tua voglia di mondo. Un abbraccio Eli, a presto 🙂

    • 20 dicembre 2017 / 11:11

      Grazie Chiara, sei un tesoro <3

  2. 20 dicembre 2017 / 10:01

    Delle mete che sogni per il 2018 ho visto solo Stoccolma, e non posso fare altro che consigliartela. Il colore del cielo in estate, quando il sole tramonta tardissimo e sorge dopo poche ore è qualcosa di unico ❤️

    • 20 dicembre 2017 / 11:11

      Posso solo immaginare, spero tanto di visitarla ❤️

  3. 20 dicembre 2017 / 10:48

    Anche io ho realizzato pochissimi travel dreams dello scorso anno… e va bene così! Mi piacciono le situazioni che stravolgono tutto e cambiano ogni piano!
    Non sono stata in neanche una delle mete che hai scelto per il prossimo anno, ma mi ispirano tutte tantissimo! Forse un po’ meno Bali, ma se ci andrai sono sicura che poi riuscirai a farmene innamorare con i tuoi racconti, un po’ come è successo con la Thailandia 🙂

    • 20 dicembre 2017 / 11:12

      Ahahah piacciono anche a me, ma dopo non durante 😀
      Spero di andarci e di farti “fissare” come quando scrivevo della Thailandia❤️

  4. 20 dicembre 2017 / 12:16

    I miei traveldreams usciranno la prossima settimana, non ti anticipo niente! E voto assolutamente per Bali. L’innamoramento che descrivi per quel posto è quello che ho vissuto io con la Finlandia, quindi ti capisco perfettamente. E vedrai che se “ti chiama”, Bali non ti deluderà 🙂

    • 20 dicembre 2017 / 13:18

      Che carina <3
      Lo spero tanto, in realtà non so neanche dove sarò in estate quindi ci sono cose che devo vedere e decidere...ma prima di tutto trovare il coraggio!

      Sono curiosa di leggere i tuoi traveldreams 🙂

  5. 20 dicembre 2017 / 15:41

    Che dire? Io ti auguro di realizzarli tutto perché sai che c’è?! Puoi farlo benissimo, sei una forza e questo 2017 lo ha dimostrato. Niente ti impedirà di andarti a prendere i tuoi sogni, che siano di viaggio o meno.
    In bocc al lupo! <3

    • 20 dicembre 2017 / 16:21

      Lucre sei un tesoro❤️
      Spero spero spero di continuare a farlo senza mai demordere…

      Crepi il lupo e auguro anche a te di realizzare i tuoi sogni!

  6. 20 dicembre 2017 / 22:59

    Bello tutto, ma non ho capito una cosa: perché a Santorini ci devi andare proprio da sola?? Guarda che in caso io ti accompagno volentieri eh!
    <3

    • 20 dicembre 2017 / 23:06

      In caso meglio❤️❤️❤️

  7. 27 dicembre 2017 / 9:39

    Ha ragione Agnese, perchè da sola? E poi dopo aver condiviso quella meravigliosa, unica, silenziosissima, freschissima camera a Fuerteventura possiamo affrontare qualsiasi viaggio no? Ahahah. Che dire, io dei tuoi travel dreams ho visto solamente Stoccolma e come sai, alla fine non è stato poi un grande viaggio…ma indipendentemente dai miei sentimenti, è una città incredibilmente bella ed affascinante che sono sicura ti farà innamorare. Tra tutte le mete che hai scelto su una non potrei essere più d’accordo: Bali… ti comprendo in pieno. Secondo me più che una destinazione è uno stato d’animo.

    Comunque sia, ti auguro di realizzare quanti più sogni possibili, sia in lista che non.

    • 27 dicembre 2017 / 20:17

      Marghe❤️

      Allora organizziamo tutte insieme un viaggetto a Santorini, no? Fuori stagione peró eh!

      Spero di poterti dire la mia su Stoccolma… e tutte le altre mete in realtà.

      Buoni viaggi anche a te.

  8. 28 dicembre 2017 / 7:53

    Nella tua lista ci sono tanti posti splendidi, ma, visti i precedenti, anche se non si realizzassero tutti questi desideri, sono certa che “cadresti in piedi”. Il mondo è così bello e così ricco di cose da esplorare che comunque sia giungerai a visitare luoghi meravigliosi… a volte le cose inaspettate sono ancora più belle di quelle attese.

    Intanto ti auguro che il 2018 ti porti ovunque tu voglia andare….

    Elena

  9. 18 gennaio 2018 / 14:42

    Ciao Elisa, in una pausa mi sono messa a leggere il tuo articolo e non potevo non commentare, perché capisco benissimo cosa intendi dire quando parli dell’amore quasi irrazionale per un posto. Non lo conosci, ma vuoi andarci assolutamente e sai che devi farlo, prima o poi. Credo siano i posti a chiamarci. A volte forziamo la mano e andiamo dove qualcosa – l’istinto, chissà – ci suggerisce di non andare, e restiamo delusi. Ma quando è un luogo a chiamarci, è totalmente diverso. Voglio credere che, se è vero amore, l’incontro avvenga. Intanto in bocca al lupo per l’esperienza irlandese!

Rispondi