Viaggio in Belgio: itinerario di 4 giorni (e video)

Ho aspettato questo viaggio in Belgio per circa due anni.
Avevo già acquistato il volo, circa due anni fa ma – per una serie di circostanze alla fine non sono mai partita.
E il Belgio, da allora, è rimasto lì, in un cassetto semiaperto che faticava a chiudersi.
Fino a che non l’ho riaperto decidendo di partire, di nuovo da sola.
Non avevo alcun dubbio che le avrei amate ma, le Fiandre hanno superato ampiamente le mie aspettative.
Ti parlerò di Bruxelles, Ghent e Bruges in tre post dedicati, ma oggi volevo fornirti il mio itinerario di quattro giorni e le informazioni pratiche per organizzare al meglio il viaggio.

Viaggio in Belgio: Gand

Viaggio in Belgio: l’itinerario

Io ho avuto quattro giorni a disposizione, abbastanza per esplorare le principali città delle Fiandre.
Bruxelles, Bruges e Ghent si trovano a breve distanza l’una dall’altra e, grazie ai treni che attraversano il paese, si raggiungono in pochissimo tempo.
Ecco come ho suddiviso le mie giornate:

Giorno 1: Arrivo a Bruxelles, partenza per Bruges e visita della città.
Il treno passa direttamente dall’aeroporto senza fare cambi.

Giorno 2: Bruges – Ghent e visita della città.

Giorni 3: Ghent – Bruxelles e visita della città.

Giorno 4: Visita di Bruxelles e ripartenza, nel mio caso.
Devo dire che – in questo caso – un giorno e mezzo non mi è stato sufficiente per scoprire Bruxelles a sufficienza, mi sarebbe servita
quantomeno un’altra mezza giornata, perchè la città è veramente grande.

In realtà, vedo il Belgio come un paese perfetto anche per un viaggio on the road: immagino la quantità di paesini e castelli che si trovano tra una città e l’altra. Inoltre, è più grande di quello che sembra e le città da visitare sono tantissime, quindi se avete più tempo cercate di sfruttarlo al meglio per scoprirne più possibile.

Viaggio in Belgio: Brugge
Viaggio in Belgio: GhentViaggio in Belgio: Bruxelles

Viaggio in Belgio: spostamenti e trasporti

  • Aeroporto di Bruxelles (Zavantem) – Bruges: 1 ora e 30 circa, costo 21,60€;
  • Bruges – Ghent: 30 minuti circa, costo 6,80€;
  • Ghent – Bruxelles: 40 minuti circa costo 9,30€.

Per quanto riguarda Bruges, la stazione dei treni si trova a circa 15 minuti dal centro, quindi non avrai bisogno di prendere alcun mezzo.
A Ghent, invece, la stazione è piuttosto lontana e dovrai prendere la linea rossa del tram, il cui biglietto ha un costo di 3€.

Nel caso di Bruxelles, infine, il discorso è un po’ più complicato.
Le stazioni ferroviarie sono tre: Bruxelles Midi, Bruxelles Central e Bruxelles Nord, quindi dovete informarvi prima sulla posizione del vostro alloggio.

Per quanto riguarda, invece, la visita della capitale Belga, potrai raggiungere a piedi la maggior parte delle attrazioni.
Sono più decentrati soltanto l’Atomium e il Parlamento Europeo, per i quali dovrai prendere la metropolitana (costo 2,60€ a biglietto).

Viaggio in Belgio: Ghent

Viaggio in Belgio: quando andare

Io ci sono stata a fine aprile, e non posso che consigliarti questo periodo dell’anno:  giornate lunghe e calde, cielo perfetto, una quantità di turisti accettabile.
L’autunno e l’inverno rischiano di essere piovose e fredde, mentre presumo che in estate le Fiandre siano prese d’assalto dal turismo.
Immagino anche, però, che siano incantevoli in ogni stagione, anche se ti suggerisco appunto di visitarle in primavera.

Viaggio in Belgio: cosa mangiare

Ti dico solo tre parole: preparati a ingrassare!
La cucina belga non vanta una grande quantità di piatti tipici ma è famosa per le patatine fritte, i waffles e la cioccolata.
Ah, e ovviamente la birra!
Anche se sei a dieta, anche se sei una persona che predilige il cibo healthy, ti sfido a non lasciarti tentare dalle numerose bancarelle che si trovano in giro per la città.
Cioccolatini per tutti i gusti (anche se venduti a peso d’oro), patatine fritte due volte, waffles guarniti con panna, gelato, biscotti.
E una quantità di birre artigianali da far perdere la testa.
Ti dico solo che io non mi sono ancora pesata.

Viaggio in Belgio: cioccolata Viaggio in Belgio: birraViaggio in Belgio

In ogni caso, continuerò a parlarti del Belgio nei post successivi.
Ma ci terrei a farti vedere il video girato durante il mio viaggio e realizzato con la Eagle 4K di Fluid Form.

1 Comment

  1. 26 aprile 2018 / 13:03

    Quello che per te è stato il Belgio per me è Israele: biglietto comprato, alberghi prenotati e poi niente… Quindi mi consolo perché se è destino prima o poi ci andrò!
    Quante cose buone di mangiano in Belgio! Pensa che io non mi peso da almeno due anni

Rispondi