Volo in ritardo: ottenere il rimborso con Assoturista

Gli aeroporti sono luoghi magici: sembrano anonimi e tutti uguali, ma sono teatro della realizzazione di molti sogni.
Credo che nessun viaggiatore faccia fatica ad immaginarsi all’alba, con le occhiaie che toccano terra e con il sorriso a 47 denti, in fila ai controlli di sicurezza, e poi ad aspettare che apra il gate e dopo ancora, nell’attesa di salire sull’aereo e volare verso una destinazione sconosciuta, o verso la sua città preferita.
La sensazione di leggere sul tabellone delle partenze che il proprio volo è in orario e che sta venendo a prendervi, è impagabile.
Come è impagabile – per motivi di ben altro ordine – arrivare all’aeroporto, fare i controlli, buttare un’occhiata casuale al tabellone e scoprire che il vostro volo è in ritardo.
E’ una rabbia irrazionale, come se qualcuno o qualcosa volesse mettersi per forza tra voi e il vostro sogno, o volesse rovinarvi ad ogni costo la bella vacanza appena trascorsa.
E vi ritrovate lì, ad alzarvi ogni 30 secondi per vedere se il ritardo è aumentato o diminuito, se ci sono novità, se è stato tutta un’allucinazione il vostro volo partirà regolarmente, ad imprecare ogni trenta secondi o cercare una hostess o qualcuno che possa spiegarvi cosa sia successo.
Non so se vi sia mai capitato,  ma vi dico solo che, se non fosse stato per Assoturista, io sarei ancora arrabbiata per quel volo in ritardo di tre ore da Catania a Firenze tre anni fa.

Volo in ritardo
Volo in ritardo: la mia esperienza con Assoturista

Come vi accennavo, era l’estate del 2013, io e Matteo stavamo tornando da un week-end lungo in Sicilia, tra sole, mare, arancini e cannoli.
Arriviamo in aeroporto alle 16 per partire un’oretta dopo, in teoria. Molto in teoria.
Praticamente, il nostro volo è in ritardo: non si capisce di quanto, prima sembra mezz’ora, poi un’ora, poi due ore, e nessuno riesce a darci informazioni precise.
Morale della favola: un aereo che doveva partire alle 17, parte alla fine alle 21.30, e potete immaginarvi la rabbia.
Nella furia omicida di chi vuole tornare a casa, mi metto a cercare come una pazza su internet, se c’è un modo per avere un rimborso del volo: leggo varie opzioni e decido di mandare mail a valanga fino a che qualcuno non mi risponde e mi illumina sulla vicenda e sui miei diritti.
Onestamente mi sarei accontentata di avere il rimborso del volo, o di un buono di uguale valore da spendere per il prossimo viaggio, ed è quello che offrono le compagnie aeree.

Su Tripadvisor leggo di Assoturista, e del loro sito http://www.vacanze-rovinate.com: di esperienze ce ne sono tantissime, quasi tutte positive, quindi decido di sentire anche loro.
Mi rispondono quasi subito, affermando che sia io che Matteo avevamo diritto a 250€ a testa a causa del volo in ritardo, che la procedura per chiedere il rimborso sarebbe stata semplice e gratuita, e che avrei potuto contare sul loro supporto online ogni giorno, ad ogni ora.
Mandiamo i documenti e la copia dei biglietti aerei, lo facciamo senza troppa fiducia, ma alla fine non avevamo speso nulla e tanto valeva provare. Dopo tre mesi, l’avvocato ci informa che l’udienza aveva avuto luogo e si era risolta con un verdetto a nostro favore; appena una settimana dopo arriva il bonifico.
Lo so che sembra troppo bello per essere vero, ma fidatevi di me.

volo in ritardo

Assoturista: come ottenere il rimborso in caso di ritardi aerei

Premesso che, se scriverete allo staff di Assoturista, vi diranno tutto loro nei dettagli, io vi spiego un po’ come funziona.
Se il vostro volo ha fatto più di 3 ore di ritardo avete diritto ad un rimborso che va dai 250 ai 600€ a seconda della distanza del vostro volo, quindi – in linea di massima – 250€ per i voli a corto raggio (quindi Italia ed Europa), 400€ nel caso di medio raggio (per esempio le Canarie) e 600€ per i voli intercontinentali.
Sarete tutelati anche in caso di cancellazioni, overbooking o smarrimento dei bagagli.
La prima cosa da fare è mettersi in contatto con lo staff di Assoturista – numero del volo alla mano – e spiegare loro cosa vi è successo: dopodiché saranno loro a spiegarvi nel dettaglio i vostri diritti e come procedere. Se la vostra richiesta verrà accettata, dopo qualche mese, ci sarà un’udienza contro la compagnia aerea. Devo precisarvi che, in caso di maltempo o altre cause non imputabili all’azienda, sarà improbabile che vinciate la causa. Io vi consiglio comunque di provarci, perché è tutto gratuito e impiegherete pochissimo tempo per fare la richiesta: dovrete semplicemente inviare – via posta ordinaria – copia dei vostri documenti e del biglietto aereo ad Assoturista ed il gioco è fatto, il resto lo faranno loro.

Sì, è gratis, sembrava impossibile anche a me e mi aspettavo la fregatura da un momento all’altro, ma non è accaduto niente di tutto ciò, perché Assoturista è un’organizzazione a difesa del consumatore – del viaggiatore in questo caso – senza scopo di lucro e, come tale, non chiede niente ai loro clienti se un loro diritto è stato violato.

Per contattare Assoturista, potete scrivergli al loro indirizzo e-mail: assoturista@gmail.com, attraverso la loro pagina Facebook tramite il form “contatti” sul loro sito.

Perché scegliere Assoturista?

Al giorno d’oggi, di organizzazioni pronte a far valere i diritti del viaggiatore nei casi sopra citati, vi basterà digitare su internet frasi come “volo in ritardo cosa fare” e vi usciranno tantissimi risultati. Preciso che non ho provato i servizi offerti da altri, ma vi parlerò dei punti di forza di Assoturista sulla mia base della mia esperienza:

  • Gratuità: come vi dicevo prima, Assoturista è completamente gratuito. L’unica cosa che pagherete è il francobollo per spedire la richiesta;
  • Operatività su tutta Italia;
  • Professionalità e competenza garantite da un magistrato onorario del tribunale, colui che sarà protagonista dell’udienza contro la compagnia aerea;
  • Supporto via mail 24 ore su 24 e 7 giorni su 7: a meno che non scriviate proprio alle  3 del mattino, riceverete una risposta entro poche ore.

 

Fatemi sapere, se mai proverete i loro servizi, come vi siete trovati 🙂

Follow:

11 Comments

  1. 14 giugno 2016 / 14:34

    Grazie Elisa per questa dritta, io avevo sentito parlare di associazioni a servizio dei consumatori, ma non avevo mai approfondito la questione.
    L’avessi saputo nel 2009, quando il mio volo New York-Pisa ha fatto SOLO 7 ore e mezza di ritardo…. 🙂

    • 14 giugno 2016 / 14:38

      Quando sono stata a NY, il mio volo per Amsterdam ha avuto 6 ore di ritardo! Ma non sapevo niente della possibilità di ottenere rimborsi, quindi il massimo che ho avuto è stata la colazione offerta dalla KLM -.-

  2. 16 giugno 2016 / 13:55

    Non conoscevo questo sito…purtroppo qualche volta mi sarebbe tornato utile…tipo per quella volta che sono stata quasi 5 ore all’aeroporto di di Girona…

  3. giuseppina
    4 luglio 2016 / 12:31

    Io mi sono rivolta ad Assoturista a fine dicembre 2015 per un volo ritardato per il quale era stato confermato che avrei dovuto avere un risarcimento da ryanair……Dopo un paio di mesi mi e’stato detto che l avvocato non avendo trovato un accordo extra giudiziale e’ stata instaurata la causa dinanzi al giudice di pace fissata per il 27 maggio 2016 .Questa causa e’ stata rinviata a data da destinarsi. Penso che non avro’ mai questo rimborso !!!!!!! (e comincio a dubitare che altri lo abbiano ricevuto )

    • 4 luglio 2016 / 12:33

      Ciao Giuseppina!
      Io ti assicuro che l’ho ottenuto.
      Prova a scrivere di nuovo a loro, sono molto professionali e rispondono sempre, sicuramente ti daranno una risposta 🙂

      • giuseppina
        4 luglio 2016 / 12:45

        Ho scritto diverse volte , sono professionali, mi rispondono nel giro di qualche ora ma piu’ volte mi hanno scritto che se hanno novita’ mi faranno sapere. L’ultima risposta e’ stata circa 20 giorni fa quando ho chiesto notizie in merito all’udienza che si sarebbe dovuta tenere il 27 maggio. (come gia’ scritto precedentemente)e che e’ stata rinviata non si sa a quando.

        • 4 luglio 2016 / 12:49

          Okay, allora io ti consiglio di aspettare, magari davvero devono decidere la data e si faranno risentire loro 🙂

          • giuseppina
            4 luglio 2016 / 12:52

            Grazie 🙂

          • 4 luglio 2016 / 13:04

            Di niente, poi fammi sapere:)

          • giuseppina
            13 agosto 2016 / 10:53

            Ciao Elisa ! ti comunico che ieri finalmente e’ arrivato un assegno da Ryanair a chiusura della pratica di rimborso inoltrata tramite Assoturista . L ‘ assegno e’ datato 17 febbraio 2016 e non capisco perche’ l’abbiano tenuto fermo per 6 mesi……Vabbe’ l’importante che sia arrivato . Consigliero’ a tutti di farsi assistere da Assoturista per problemi di voli ritardati. Ciaoooo 🙂

          • 13 agosto 2016 / 11:25

            Sono molto contenta, Giuseppina! 🙂

Rispondi