Wat Rong Khun: il white temple di Chiang Rai

Nel nord della Thailandia c’è un tempio che non è proprio un tempio.
Un tempio stravagante, bellissimo, che sembra uscito da una fiaba.
Un tempio interamente bianco, di una purezza eterea, e perfetta.
Forse avrete intuito che sto per raccontarvi del white temple, a Chiang Rai.

White temple Chiang Rai

Il Wat Rong Khun – meglio conosciuto appunto come white temple – è stato costruito nel 1997 da  Chalermchai Kositpipat e si trova a circa 15 km a nord dal centro di Chiang Rai, di cui rappresenta l’attrazione più celebre e che, da sola, rende ragionevole percorrere centinaia di miglia per raggiungerla.
Lo stile è quello dei classici templi buddhisti thailandesi, con la minuziosa cura dei dettagli che li contraddistingue.
Cambiano i colori, dato che il white temple è completamente realizzato in gesso bianco.
Non vedrete le tinte tradizionali, fatta eccezione per un edificio dorato sulla sinistra che, però, è il bagno!

E’ un edificio unico al mondo, per la sua bellezza e i suoi significati nascosti.
E così il bianco rappresenta la purezza del Buddha, il ponte all’ingresso la strada per raggiungerlo.
Il fossato di mani (anch’esse in gesso bianco)  ci raccontano invece la sofferenza e l’angoscia dell’uomo.
Le statue posizionate sul ponte, infine, sono i guardini che decidono il destino di ogni anima.

L’interno del white temple è qualcosa di assurdo, stralunato e a tratti fantasy.
Murarales dai toni apocalittici che ritraggono Batman, Michael Jackson e Matrix, perfino la caduta delle torri gemelle.
Probabilmente l’idea che Kositpipat ha dell’inferno!

White temple: fossato di mani

White temple: guardiano

White temple: ingresso

White temple, dettagli

White temple: dettagli

White Temple – Informazioni Utili

    • Per arrivare a Chiang Rai potrete scegliere tra tantissime opzioni: dall’aeroporto di Bangkok ci sono collegamenti giornalieri che vi faranno arrivare a destinazione in poco più di un’ora. La tratta aerea Chiang Mai – Chiang Rai, invece, non è prevista;
    • In alternativa, potrete raggiungere Chiang Rai con un tour organizzato in bus, oppure noleggiando un’auto con autista.
      Noi abbiamo scelto questa opzione e, partendo da Chiang Mai, abbiamo impiegato poco più di tre ore.
    • Il mio consiglio, però, è quello di affittare una macchina e guidare nella bellissima strada che collega Chiang Mai e Chiang Rai. Non lasciatevi spaventare dal fatto che state guidando in un paese asiatico perché le condizioni stradali sono normalissime e in più costeggerete villaggi e risaie. Ricordate di non partire mai senza un’assicurazione, come quella proposta da AssiVia;
    • Il Wat Rong Khun è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 17.30 e l’ingresso è gratuito;
    • Un piccolo consiglio: dato che il tempio chiude dalle 12 alle 13, approfittate di questo lasso di tempo per scattare delle foto dall’esterno senza le orde di turisti a “rovinare” le immagini eteree che questo tempio. trasmette.

ALTRO DALLA THAILANDIA:

Follow:

12 Comments

  1. 12 dicembre 2016 / 11:15

    Avevo sempre visto le foto di questo tempio ma non conoscevo la storia, non avrei mai pensato che fosse così recente! Davvero bellissimo… e il cielo del giorno in cui hai scattato le foto era veramente lo sfondo perfetto, con quelle nuvole

    • 12 dicembre 2016 / 11:19

      Siiii, abbiamo avuto una fortuna assurda dato che gli altri giorni il cielo è sempre stato grigio e il giorno prima abbiamo beccato un bell’acquazzone 😀

  2. 12 dicembre 2016 / 13:29

    Questo tempio è incredibile, qualcosa di così diverso da tutto ciò che abbiamo in Italia che solo guardando le foto rimango così, a bocca aperta!
    Ho scoperto poco tempo fa che fosse così recente, non ne avevo idea.
    Non vedo l’ora di fare anche io un viaggio come il tuo!

    • 13 dicembre 2016 / 7:52

      È un luogo assurdo, la prima volta che l’ho visto in foto non riuscivo a credere fosse reale.

      È recente, ma dicono che non sia ancora ultimato e che i lavori probabilmente termineranno nel 2070 :O

  3. 12 dicembre 2016 / 20:11

    Credo che sarei capace di andare in Tailandia solo per vedere questo tempio!! Dev’essere una cosa davvero spaziale, anche solo dalle fotografie è una meraviglia!

    • 13 dicembre 2016 / 7:53

      Esatto, ma lo sai che noi abbiamo iniziato a pensare alla Thailandia dopo aver visto le foto di questo tempio? 😀

  4. 13 dicembre 2016 / 0:06

    Meraviglioso! Quel cielo così celeste crea uno sfondo perfetto!
    Ma scusa, davvero tutto in gesso bianco? E come fa a non sgretolarsi sotto le intemperie? hahaha 😀 perdona la mia curiosità stile “anziano davanti al cantiere”!

    • 13 dicembre 2016 / 7:54

      Ahhahaha non chiederlo a me, non ne ho davvero idea 😀
      Sembrava strano anche a me, ma ho cercato diverse conferme su internet e pare sia davvero in gesso.

  5. 13 dicembre 2016 / 13:00

    Bellissimo, sembrano immagini di un film, una via di mezzo tra una fiaba e un fantasy. Non avrei mai immaginato che fosse così recente.

    • 13 dicembre 2016 / 13:16

      Fiaba e fantasy, proprio quello a cui ho pensato io quando l’ho visto 🙂

  6. 20 dicembre 2016 / 12:52

    Bello il tuo blog, lo metto tra i preferiti.
    In attesa di andare in Thailandia a marzo prendo qualche spunto.

    VLAO

    • 20 dicembre 2016 / 13:08

      Grazie mille, mi hai fatto proprio un bellissimo complimento 🙂

      Se hai bisogno di consigli per la Thailandia, non esitare a chiedere!

Rispondi